di Natascha Fioretti

«Muhammad ha fissato un dondolo di rattan al soffitto del portico. Da lì, oltre il muretto di cinta, si vede il mare. È come se la casa fosse emersa dalla sabbia sotto forma di cubo e si fosse indurita naturalmente all’aria. La casa è sabbia, e la sabbia entra da tutte le parti. Te la ritrovi nei…


di Giorgio Thoeni

La figura di Carlo Gozzi (Venezia, 1720-1806) viene spesso associata a Carlo Goldoni (Venezia, 1707, Parigi 1793) in riferimento a una polemica  fra i due drammaturghi e letterati veneziani sulla Riforma della Commedia dell'Arte con cui l'autore de La locandiera determinò la fine di una lunga…


di Roberto Falconi

Si può cominciare col dire ciò che non è il libro con cui Alberto Schiavone inaugura (e già questa è una buona notizia) la collana Place d’Italie dell’editore Clichy. Non è un romanzo sul carcere (ce ne sono già in abbondanza, oltre ai film e alle serie TV); non è un saggio di sociologia sulle…


di Letizia Bolzani

Silvia Vecchini-Lucia De Marco, 24 passi a Natale, Lapis (Da 5 anni) Bisogna essere coraggiosi e molto bravi per scrivere dei racconti che abbiano, incastonata al loro interno, la perla preziosa di una riflessione etica. Un’apertura a una profondità di sentimento e di pensiero che non suoni come…


di Guido Monti

Gian Mario Villalta con Dove sono gli anni (Garzanti, p.p.200), tocca un punto molto importante della sua produzione poetica, già segnalatasi con opere di rilievo come Vanità della mente (2011) e Telepatia (2016). Ebbene già nel titolo si trovano tracce di una linea di pensiero ben individuabile e…


di Giovanni Medolago

Ho incontrato l’ultima volta Alberto Flammer solo qualche settimana fa, nella sua Verscio. «Mezzo secolo dopo il primo, Alberto Flammer getta un altro occhio sul Ticino»: così volevo titolare il mio articolo incentrato sulla sessantina di foto inedite contenute nella sua ultima pubblicazione. Questa…


di Natascha Fioretti

«Mentre mi trovavo presso l’emittente di Amburgo chiesi di ascoltare il radiodramma. Poi scrissi una lettera alla giovane poetessa – che non conoscevo personalmente – per dirle quanto lo avevo apprezzato, quanto fosse importante, che l’altra metà, la donna, si esprimesse. Riceveva lodi in…


di Laura Marzi

Quella di una scrittrice che diventa pedicurista è una storia vera: la racconta Katja Oskamp in Marzahn mon amour. Storia di una pedicure edito da L’Orma e tradotto in italiano da Rachele Salerno. L’autrice tedesca scrive in questo romanzo, che è diventato un caso editoriale internazionale, di come…