di Cristina Marconi

Un po’ come Taylor Swift, anche Marine Le Pen (nella foto) ha le «eras», le ere. Ogni volta che si presenta alle elezioni è una donna un po’ diversa, in continua evoluzione rispetto all’identità di partenza, quella della leale figlia di un padre che dell’estrema destra è stato il simbolo assoluto e…


di Chiara Luxardo e Stefania Prandi

Quando sono cominciate ad arrivare le buste verdi, Giulia aveva pochi mesi. Sentiva le sue due madri, Viola e Michela, discutere, preoccupate. Questi plichi contenevano le lettere per revocare a Michela, la madre non gestante di Giulia – quella cioè che non l’aveva partorita, ma l’aveva prima…


di Cristina Marconi

Messico, nuvole e soffitto di cristallo in mille pezzi: dopo una vittoria elettorale fragorosa, da dicembre prossimo e fino al 2030 sarà una donna, Claudia Sheinbaum (nella foto), a guidare il Paese per la prima volta nella sua storia. E che storia. Fino al 1953 alle presidenziali votavano solo gli…


di Francesca Marino

Ancora una volta ha vinto l’India. Quell’India dove la democrazia non è affatto morta, come cantavano da tanto tempo analisti occidentali, ma è viva e vegeta e decide ogni volta per conto suo, che il verdetto piaccia oppure no al resto del mondo. Narendra Modi (nella foto) diventa per la terza volta…


di Giorgio Bernardelli

Ha fatto il giro di mondo l’avventata uscita di papa Francesco sulla «troppa frociaggine» nei seminari. Parole sbagliate pronunciate in un incontro a porte chiuse, ma davanti a 230 vescovi italiani: non il posto migliore perché rimanessero dentro a una stanza. Lo stesso pontefice del «chi sono io…


di Romina Borla

«Nel mondo dei rischi, che ho frequentato per quasi 40 anni, ho imparato una cosa: se non si ha consapevolezza delle criticità è complicato affrontarle e gestirle. Quindi la sottolineatura dei rischi, delle minacce, non deve essere mai vissuta come una sorta di resa incondizionata: “Tutto va male…


di Francesca Marino

Metti una sera a cena in una Delhi bollente, con la colonnina di mercurio a circa 46 gradi, le finestre sigillate e l’aria condizionata a temperature polari. Gli ospiti arrivano alla spicciolata, reduci da lunghe code al seggio elettorale sotto il sole rovente. Tutti si chiedono perché diavolo le…


di Alfredo Venturi

Da una parte il Brasile, una delle potenze del «Sud globale» impegnate con gli altri BRICS nella sfida all’egemonia finanziaria degli Stati Uniti, dall’altra il Giappone, una fra le più potenti economie dell’Occidente liberista e globalista. Il Brasile schierato con la Russia e la Cina, il Giappone…