di Ignazio Bonoli

Nella nostra recente analisi della situazione finanziaria dell’AVS («Azione» 13.11.23) accennavamo al fatto che l’iniziativa per una 13esima mensilità delle rendite (che provocherebbe un aumento dell’8,3% delle rendite da pagare), senza nuove fonti di finanziamento, creerebbe pesanti difficoltà…


di Ignazio Bonoli

Se il World Economic Forum (WEF) di Davos di quest’anno poteva essere qualificato come incontro formale e forse un po’ ripetitivo, già la sua preparazione e il ruolo che la Svizzera ha assunto negli incontri preliminari hanno ampiamente smentito le previsioni. Klaus Schwab, fondatore e da sempre…


di Ignazio Bonoli

A livello federale non è ancora risolto il problema della tassazione di due redditi prodotti da un solo nucleo famigliare. E questo benché già nel 1984 il Tribunale federale avesse affrontato la cosiddetta «penalizzazione del matrimonio». Nella scorsa sessione autunnale il Parlamento federale ha…


di Ignazio Bonoli

Scriviamo queste considerazioni mentre in molti Paesi si stanno mettendo a punto, nei vari Parlamenti, le stesure finali dei preventivi 2024. Dalle nostre parti si stanno vivendo sia a livello nazionale, sia a livello cantonale e comunale. Quella che in Italia viene definita «la manovra» si rivela…


di Marialuisa Parodi

Al contrario dell’inglese, che può contare su due vocaboli distinti (health e care), nella nostra lingua l’espressione economia della cura comprende due diverse accezioni. Una riguarda l’economia legata alla salute, ormai sempre più spesso rappresentata a suon di contraddizioni: esplosione dei costi…


di Ignazio Bonoli

Il prossimo anno entrerà in vigore l’ennesima riforma dell’AVS. Ancora una volta la decisione delle Camere federali è dovuta passare attraverso un referendum, che però non ha avuto la maggioranza del popolo. Come noto, la nuova legge comporta una flessibilizzazione dell’età di pensionamento, un…


di Ignazio Bonoli

Lo scorso 18 ottobre il franco svizzero toccava un nuovo primato nei confronti dell’euro. O, se volete, l’euro era sceso al livello più basso da sempre nei confronti del franco svizzero: valeva infatti solo 0,9449 franchi. Il primato precedente risale agli ultimi giorni del mese di settembre del…


di Ignazio Bonoli

Le previsioni congiunturali per il prossimo anno non sono per nulla incoraggianti. Secondo il KOF, il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico federale di Zurigo, il Prodotto interno lordo (PIL) in Svizzera dovrebbe crescere dell’1,3% nel 2024. La stima è inferiore a quella di tre mesi prima,…