Soluzione

Clicca sull'allegato per ottenere la soluzione

Allegato  -  98 KByte

Modi di ridire

Giochi di parole - Dalla variante estesa a quella contratta per dire la stessa cosa
/ 09.12.2019
di Ennio Peres

Con il termine modo di dire si intende una locuzione di significato peculiare, proprio di una specifica lingua, la cui traduzione letterale in altre lingue non ha senso logico e che per questo richiede, per essere compresa, una traduzione logicamente estesa. In altre parole, è una locuzione che non può trarre il suo significato dalla combinazione lessicale delle parti del discorso, bensì dall’interpretazione che i parlanti sono abituati a trarne. Si ricorre all’uso di un modo di dire per esprimere sinteticamente un concetto, risparmiando di pronunciare troppe parole.

Ad esempio: «La decisione è stata presa e adesso non è più possibile tornare indietro» equivale a Il dado è tratto.

Per testare la vostra dimestichezza con i modi di dire, cercate di individuarne uno per ciascuna delle seguenti venti frasi, in modo da esprimere sinteticamente il medesimo concetto

1. Agire con prudenza e discrezione.

2. Commettere una svista clamorosa.

3. Difendere o approvare un’opinione altrui.

4. Imbastire un discorso completamente privo di senso.

5. Esprimersi in modo conciso, arrivando subito al sodo.

6. A distanza di tempo, quando gli animi si sono calmati.

7. Sforzarsi invano di sostenere una posizione indifendibile.

8. Essere costretti ad affrontare un compito, noioso e difficile.

9. Aspettare con impazienza che si verifichi un evento molto atteso.

10. Argomento che ha scatenato una lunga disputa, fra diverse persone.

11. Prestare una vigile attenzione, pronti a lanciare un eventuale allarme.

12. Comportarsi superficialmente, senza pensare alle possibili conseguenze.

13. Cercare di placare una lite o di porre rimedio a una situazione imbarazzante.

14. Giovane apparentemente sgraziato, ma dotato di potenzialità ancora inespresse.

15. Essere colpiti da un’ulteriore disgrazia, dopo essere stati già bersaglio della malasorte.

16. Vedersi addebitare colpe di fatti non commessi, allo scopo di salvare i veri responsabili.

17. Far nascere, intenzionalmente discordia e confusione tra due parti che stanno discutendo.

18. Non dimostrare particolari competenze, né possedere le conoscenze necessarie per intraprendere una qualsiasi carriera.

19. Chiamare aiuto per un pericolo inesistente, rischiando così di rimanere inascoltato, quando il pericolo si presenta davvero.