La società connessa

Un buonissimo strudel senza WI-FI
di Natascha Fioretti

Anni fa, correva l’anno 2014, proprio in questa rubrica scrissi un pezzo sui caffè come i nuovi luoghi di lavoro, i nuovi uffici nei quali rispondere alle mail o fare riunioni tra un caffè e un muffin al cioccolato. Si intitolava «Una volta c’erano i salotti letterari, oggi c’è...

La stanza del dialogo, home page rubrica

Mamma, non sono più una bambina
di Silvia Vegetti Finzi

Cara Silvia, mia mamma ti legge sempre e spero che la mia lettera, se la pubblicherai, l’aiuti a capire che non sono più una bambina. Sono cresciuta (ho quattordici anni e mezzo) e voglio che se ne accorga e finalmente mi lasci libera di vivere la mia vita senza starmi addosso, senza...

Mode e modi

Voglia di ridere, anzi bisogno
di Luciana Caglio

È arrivato sui nostri schermi Stanlio e Ollio, bene accolto dalla critica. Al di là dei meriti cinematografici sempre discutibili, il film, diretto dall’inglese Jon S.Baird, si presenta con un valore aggiunto: vuol essere un tributo di riconoscenza ai due comici, giustamente più...

L'Altropologo

La religione senza Dio
di Cesare Poppi

La recente adunata dei leader dei partiti sovranisti/populisti europei, ospitati a Milano in chiusura della campagna per le elezioni europee dal Ministro degli Interni del Paese a Sud delle Alpi, ha segnato una significativa svolta – o forse l’outing di tendenze ormai consolidate –...

Lo specchio dei tempi

Manuali per sopravvivere
di Franco Zambelloni

Quando consulto le novità editoriali e considero i titoli in uscita spesso mi colpisce quanto sia prospero un tipo di editoria che sforna di continuo una gran quantità di manuali. Non si tratta però di manuali per giocare a scacchi, o per apprendere l’arte di cucinare, o per...

La società connessa, home page rubrica

Ti racconto il Bauhaus via Whatsapp
di Natascha Fioretti

Un giorno, probabilmente perché condiviso da un mio contatto, sulla timeline di Facebook, un post attira la mia attenzione. «Bauhaus – Die Story» è il titolo del post e c’è una bella immagine in stile graphic novel che ne ritrae alcuni protagonisti come Gertrud Arndt, Lyonel...

Mode e modi

Stilisti in disarmo?
di Luciana Caglio

L’ultimo a fare veramente notizia è stato Karl Lagerfeld: per la precisione, il 19 febbraio scorso, giorno della sua morte. In quell’occasione, i media all’unanimità hanno rievocato, in termini elogiativi, il geniale eclettismo di un maniaco del lavoro. «Disegno come respiro»: così...

L'Altropologo

Infanzia rinnegata
di Cesare Poppi

Fra le paure diffuse nei confronti delle minoranze etniche nomadi – e nella fattispecie, per quanto concerne l’Europa, nei confronti di Rom e Sinti – riguarda il rapimento dei bambini. Da questa parte delle Alpi poi, con l’apparentemente irresistibile ascesa del cosiddetto sovranismo...