Una sfida all’ultima goccia di carburante

Motori - Al recente Salone Automobility di Los Angeles, la Mitsubishi Outlander Phev è stata nominata Green Suv of the Year 2019
/ 17.12.2018
di Mario Alberto Cucchi

Chi sono gli hypermiler? Automobilisti che si sfidano sulle strade di tutto il mondo. Il migliore non è quello che va più forte, ma quello che consuma meno. Il New Oxford American Dictionary ha così definito l’hypermiling: «un tentativo per massimizzare la distanza percorsa in base al consumo dell’auto, effettuando modifiche alla vettura e alla propria tecnica di guida atte al risparmio di carburante». 

Lo sa bene Felix Egolf, ex comandante di aerei, e noto hypermiler. Basti pensare che al volante di un’automobile ibrida, una Mitsubishi Outlander Phev, è riuscito a percorrere una distanza complessiva di 801,1 chilometri con una sola ricarica e un pieno di benzina di 45 litri. Il teatro della sfida è stata la Svizzera con una puntata su suolo austriaco. Da Rothenburg nel cantone di Lucerna a Samnaun passando per Salisburgo. Seimila i metri di dislivello totale affrontati con una passeggera a bordo e un veicolo normalmente equipaggiato. 

Alla fine il consumo medio di carburante è stato di 5,47 litri per 100 chilometri e 1,21 kWh di elettricità per 100 km. Il 60% della distanza è stato coperto utilizzando esclusivamente l’alimentazione elettrica. «La batteria, all’inizio completamente carica, non si è mai scaricata del tutto» spiega Felix Egolf. Con il tasto EV potevamo richiamare espressamente la modalità completamente elettrica, se lo ritenevamo opportuno, ad esempio quando il traffico era congestionato, attraversavamo villaggi o percorrevamo strade in lieve pendenza. Mantenevamo anche una riserva di almeno due barre della batteria per superare ingorghi imprevisti in modalità EV senza emissioni», dichiara Felix.

Alla base di queste prestazioni ci sono ore di studio del percorso per ottimizzare l’utilizzo del motore frenando il minimo e accarezzando il pedale del gas. Outlander Phev è stata lanciata nel 2013, sino ad oggi in Europa ne sono stati venduti ben 173mila esemplari. Phev sta per Plug-in Hybrid Electric Vehicle. Si tratta di una vettura dotata di doppia alimentazione (benzina-elettrica) in cui le batterie, oltre che durante l’utilizzo, si possono ricaricare anche dalla presa di corrente. 

Al recente Salone Automobility di Los Angeles, la Mitsubishi Outlander Phev è stata nominata Green Suv of the Year 2019. «Chi oggi acquista un SUV, si aspetta di guidare in modo sempre più efficiente e con un impatto minore sull’ambiente, senza sacrificare lo stile, la convenienza e l’esperienza di guida in generale che ci si attende da uno sport utility vehicle» ha dichiarato Ron Cogan, redattore ed editore di «Green Car Journal» e «GreenCarJournal.com».

«Mitsubishi Outlander PHEV – conclude Cogan – incontra queste esigenze grazie alla sua innovativa trazione ibrido plug-in in serie parallela e alla capacità di guida all-electric». Mitsubishi Outlander Phev si rinnova soprattutto sotto il cofano proprio con il model year 2019. Nuovo e più potente, il motore è a benzina da 2,4 litri da 135 cv, ed è migliorata anche l’unita elettrica posteriore che dà la trazione sulle ruote dietro e che ora fornisce 95 cavalli. Cresciuta pure la capacità delle batterie: ora arriva fino a 13,8 kwh. Per ricaricarle con la rete domestica sono necessarie 4 ore, ma bastano 25 minuti per arrivare all’80% della carica.  

Mitsubishi dichiara un’autonomia totale di oltre 600 chilometri con la possibilità di percorrere 50 km a emissioni zero. Sempre che al volante non ci sia un hypermiler come Felix Egolf.