La stanza del dialogo, home page rubrica

L’amore non lo si può pretendere
di Silvia Vegetti Finzi

Cara Silvia, per me l’amore è la cosa più importante, l’unica per cui vale la pena di vivere. Ma, come capirai, non l’ho ancora incontrato.Vorrei un amore che meriti di essere all’altezza delle mie aspettative ma non so ancora se sia più importante amare o essere amato e, magari,...

La stanza del dialogo, home page rubrica

Capo e donna, superare i pregiudizi
di Silvia Vegetti Finzi

La lettera Il mio capo è una donna deve aver toccato un nervo scoperto della condizione femminile perché non poche lavoratrici hanno espresso, nei confronti delle loro dirigenti, critiche ancor più forti di quelle formulate da Manuela nella lettera pubblicata il...

La stanza del dialogo, home page rubrica

Bullismo al femminile
di Silvia Vegetti Finzi

Cara professoressa Vegetti Finzi, mia figlia Eleonora, seconda liceo, è una ragazza molto bella e molto brava. Riesce bene in tutto quello che fa, sport compreso, senza sforzo e senza vanto. Perché allora, mi chiedo, è perseguitata da atti di bullismo da parte di compagne di...

La stanza del dialogo

Il mio capo è una donna
di Silvia Vegetti Finzi

Gentile Silvia,sono una persona particolarmente socievole: ho amiche d’infanzia con le quali mi ritrovo abitualmente. Con altre, conosciute dopo, facciamo tante cose insieme come prendere un aperitivo, andare al cinema, viaggiare e condividere le vacanze. Pensi che mantengo regolari...

La stanza del dialogo

Il gioco della seduzione
di Silvia Vegetti Finzi

Cara Silvia, come tutti quelli che le scrivono sono, a dir poco, disorientato e ora le spiego come mai.Lei è entrata nella mia vita come un ciclone. Appena è stata assunta nel nostro ufficio, fatto di tranquilli colleghi (maschi) e di relazioni lavorative ormai diventate...

La stanza del dialogo, home page rubrica

La separazione dei genitori
di Silvia Vegetti Finzi

Cara Silvia,sono una nonna, una nonna materna preoccupata per il nipotino. Federico, di quattro anni, conteso tra madre e padre separati da un anno. Prima che i genitori si dividessero (il padre è andato a vivere da solo in una località vicina), Federico era un bambino sereno,...

La stanza del dialogo

Il dono e la gratitudine
di Silvia Vegetti Finzi

Gentile signora Vegetti Finzi,eccomi ancora qui sperando di non disturbare. A proposito di regali. È stato un tempo che non ricevevo regolarmente la paga e questo negli anni Sessanta ed in Svizzera tedesca con tre figli da mantenere. Fare regali era alquanto difficile. Così un anno...

La stanza del dialogo, home page rubrica

L’economia del dono
di Silvia Vegetti Finzi

Cara Silvia, seguo da sempre la sua «stanza» perché mi aiuta a scoprire i misteri dell’animo femminile. Ho ormai una certa età e per tutta la vita, in qualità di insegnante prima e dirigente scolastico poi, ho avuto a che fare con maestre, mamme e bambini. Sposato due volte,...