La valigia del viaggiatore

Inviti a letture per viaggiare
/ 26.06.2017
di Claudio Visentin

«Che lo si consideri un’arte, una scienza esatta o un male necessario, fare le valigie è un compito che tocca a tutti i viaggiatori. Pochi fortunati lo fanno bene, e quasi nessuno con piacere: ecco perché siamo qui…»

Il bagaglio perfetto distingue il viaggiatore dal turista. Il turista inesperto si consuma nel ridicolo sforzo di portare tutta la sua casa con sé, come una lumaca, trascinando gigantesche valigie mal chiuse. Il viaggiatore navigato ha un bagaglio elegante, leggero, appena un poco sciupato, limitato all’essenziale e tuttavia provvisto di tutto il necessario, anche grazie ad alcune ingegnose soluzioni (per esempio «Un vestito è sufficiente se vi portate dietro qualche confezione formato viaggio di smacchiatore; il vestito dovrà essere grigio, il grigio non solo nasconde lo sporco, ma è perfetto per un funerale imprevisto»: così inizia Turista per caso, il film del 1988 diretto da Lawrence Kasdan). Insomma in viaggio, come nella vita, il meno è quasi sempre meglio: «Chi vuole viaggiare felice deve viaggiare leggero» conclude Antoine de Saint-Exupéry col tono di chi non ammette repliche.

Su queste premesse tutti concordano. Ma poi, quando siamo davanti alle pile di indumenti allineate sul letto, i dubbi ci assalgono: arrotolare, piegare, fare un fagotto, buttare tutto dentro? È allora che questo libretto vi tornerà utile. Per cominciare ha un aspetto colorato e divertente, come gli albi a fumetti di un tempo, con illustrazioni chiare. Poi con un test vi aiuta a capire a quale categoria di viaggiatore appartenete. Infine vi propone diverse liste da spulciare per essere sicuri di non aver dimenticato nulla.

Bibliografia
Sarah Barrell e Kate Simon, Come fare la valigia per ogni viaggio, EDT/Lonely Planet, 2017, pp. 160, € 12,50. E se avete un compagno di viaggio a quattro zampe, potrebbe esservi utile Janine Eberle e Jess Golden, Viaggiare con il cane, EDT/Lonely Planet, 2017, pp. 128, € 12,50.