Una collezione storica

Videogiochi – 3D All-Stars è una riedizione di tre classiche avventure di Super Mario, che quest’anno compie 35 anni
/ 05.10.2020
di Davide Canavesi

Il 2020 è un anno importante per Nintendo, non solo la compagnia nipponica compie ben 131 anni di attività ininterrotta ma la sua mascotte ne compie ben trentacinque. Stiamo parlando ovviamente di Super Mario, l’eroe di innumerevoli videogiochi che hanno accompagnato una generazione intera di giocatori. Per festeggiare questo importante anniversario, la software house di Kyoto ha deciso di pubblicare una collezione di tre delle avventure più amate dell’idraulico italiano: Super Mario 3D All-Stars. Si tratta di una compilation che comprende Super Mario 64 (uscito originariamente nel 1997 su Nintendo 64), Super Mario Sunshine (originariamente uscito su Gamecube nel 2002) e Super Mario Galaxy, titolo del 2007 pubblicato per Wii. Una collezione di tre giochi che comprende tre dei titoli in 3D più amati dal pubblico e che possiamo ora giocare sulla console ibrida Nintendo Switch.

I tre giochi sono stati ottimizzati per essere giocati su Switch anche se da un punto di vista dell’adattamento linguistico, Super Mario 64, come il titolo originale, non contiene la lingua italiana. I giochi quindi non sono stati modificati rispetto alle edizioni originali, in particolar modo non presentano migliorie grafiche o sonore. Nintendo ha però modificato un po’ i controlli in modo che si adattino ai Joy-con della nuova console Switch. In particolar modo molte delle mosse di Mario in Galaxy sono accessibili tramite la pressione di un tasto e non con i controlli di movimento originari, sebbene nulla ci impedisca di usare quelli di Switch se usiamo un gamepad compatibile. Nintendo ha scelto di aggiungere a questa curiosa collezione anche le colonne sonore dei tre giochi, accessibili tramite il menu principale della collezione. Si tratta di oltre 150 tracce musicali di ottima qualità, in particolar modo quelle tratte da Mario Galaxy e composte da Mahito Yokota, ampiamente riconosciute come tra le migliori mai usate nella serie.

Super Mario 64 è forse il titolo più storicamente significativo incluso in Super Mario 3D All-Stars perché ha segnato il passaggio della serie dalle due alle tre dimensioni. Un titolo che, al palato raffinato dei giocatori moderni potrà sembrare piuttosto primitivo ma che di fatto ha posto alcune delle basi del design di avventure in 3D. Dal movimento del personaggio alla gestione della telecamera, come pianificare l’azione e come disegnare i livelli è stato tutto un processo di scoperta e invenzione che si è tenuto a metà degli anni 90. Mario 64 è stato tra i primi giochi di questo genere a toccare tutti i tasti giusti, proponendo un’avventura appassionate e molto variata. Un peccato forse che Nintendo abbia incluso in questa collezione la versione per Nintendo 64 e non la riedizione per Nintendo DS che conteneva, oltre ad altri personaggi, anche livelli bonus. Ad ogni buon conto, chiunque dovrebbe provare il capostipite delle avventure in tre dimensioni di Super Mario, se non per il piacere di scoprire o riscoprire un titolo iconico, almeno per riconoscerne l’importanza storica nel medium videogioco.

Super Mario Sunshine è un’avventura scanzonata in cui Mario affronta i suoi nemici a suon di pistole d’acqua. Il gioco uscito su Gamecube è stato modificato nei controlli per meglio adattarsi a Switch. È anche l’unico titolo di questa collezione a non essere mai stato riedito dopo la pubblicazione originale. Questo significa che fino ad oggi l’unico modo per rigiocare a questo apprezzatissimo titolo era o sulla console Gamecube originale oppure tramite emulazione, un metodo illegale che viola i diritti d’autore della software house nipponica. Sunshine fu un titolo che fece marcia indietro rispetto all’enorme libertà offerta da Mario 64 proponendo al giocatore diverse missioni ben definite in un mondo tridimensionale. Inoltre è un gioco dalla doppia natura: da un lato è un gioco sorprendentemente accessibile anche ai neofiti che troveranno divertente e stimolante esplorare Delfinia e le varie ambientazioni insulari ma dall’altro offre anche sfide parecchio ostiche e un pochino frustranti.

Super Mario Galaxy è il titolo cronologicamente più vicino al 2020 e anche quello più stuzzicante. In questo gioco Mario dovrà esplorare diversi pianeti, che possono essere di diversa taglia e avere diverse conformazioni. Spesso e volentieri ci ritroveremo a passeggiare su pianetini minuscoli, stando magari a testa in giù oppure in posizioni strane. Galaxy è forse il titolo più difficile da digerire inizialmente proprio perché non si accontenta di proporre un mondo tridimensionale in cui il pavimento rimane sempre il pavimento ma sovverte spesso e volentieri la nostra nozione di sopra e sotto. Il design dei livelli è incredibilmente ispirato, fantasioso e inatteso e rende questo capitolo uno dei più intriganti mai pubblicati.

Per concludere Super Mario 3D All-Stars è una collezione interessante per ogni fan di Super Mario. Offre un modo moderno per rigiocare a titoli del passato ed è un buon modo per far avvicinare un pubblico più giovane a quelli che sono, di fatto, parte della storia e della cultura del videogioco. L’unica pecca è che, per motivi incomprensibili, Nintendo ha deciso di pubblicare il gioco in edizione fisica per un periodo limitato nel tempo. Per questo motivo, trovare il gioco nei negozi è più difficile di quanto dovrebbe. Fortunatamente è possibile anche acquistarlo sullo shop digitale della console Switch ma per i collezionisti l’edizione fisica ci pare d’obbligo.