Splendida gardenia profumata

Mondoverde - Un bell’arbusto originario della Cina, sempreverde, dai grandi fiori bianchi o giallo pallido
/ 26.07.2021
di Anita Negretti

Alexander Garden, medico e botanico scozzese, fu contemporaneo di Linneo e come quest’ultimo amava le scienze naturali, in particolare piante e animali tipici della Carolina del Sud, nazione che lo ospitò per quasi trent’anni, finché non fece ritorno in Inghilterra, dove nel 1773 divenne membro della Royal Society, la più antica associazione accademica scientifica esistente.

In suo onore venne coniato il genere Gardenia, omaggiando così il suo cognome con questo bell’arbusto originario della Cina, sempreverde, dai grandi fiori bianchi o giallo pallido e molto profumati.

La specie più facilmente acquistabile è Gardenia jasminoides (sinonimo di G. grandiflora), con i suoi numerosi ibridi e varietà. Ma attenzione! Se al momento dell’acquisto risultano belle verdi, ricche di boccioli e dall’aspetto sano, spesso, dopo poche settimane in casa, diventano spoglie, i boccioli cadono prima dell’apertura e le foglie ingialliscono.

Vi sono alcuni trucchi da seguire per non ritrovarsi in queste condizioni: prima di tutto, l’acqua delle irrigazioni non deve essere calcarea (caratteristica di quella che esce dai nostri rubinetti) e dunque è necessario usare acqua distillata, acqua piovana, acqua proveniente da osmosi inversa (quella usata per gli acquari) o acqua decantata.

In quest’ultimo caso basterà riempire una bottiglia di acqua del rubinetto, lasciarla riposare per circa 24 ore e non utilizzare gli ultimi 4-5 centimetri di acqua sul fondo, che saranno i più ricchi di calcare. Inoltre, quella in eccesso nel sottovaso dovrà sempre essere levata.

Un altro rimedio casalingo, per mantenere sana una gardenia, consiste nell’aggiungere alcune gocce di limone nell’acqua per l’irrigazione. Più precisamente, tutti questi metodi servono per evitare l’insorgenza di clorosi (foglie gialle), data dalla saturazione di calcare (calcio) nel terreno, che dovrà invece essere acido, per ottenere piante rigogliose.

Un’altra operazione molto importante è la concimazione. Sarà necessario prevedere una somministrazione mensile, visto che le gardenie sono molto golose: il concime liquido, ricco anche di ferro per garantire foglie verdi tutto l’anno, andrà somministrato ogni 15-20 giorni, da marzo fino a ottobre, mentre nella stagione fredda ogni due mesi.

Della famiglia delle Rubiaceae, vanta bei fiori profumatissimi con 5-12 petali, che compaiono a marzo fino all’autunno se la pianta viene tenuta preferibilmente in vaso, con posizione a est, ovvero in un luogo che le permetta di ricevere il sole soltanto al mattino.

Abituati a trovare in vendita piante di gardenia dalle dimensioni medio piccole, che arrivano ai quaranta centimetri compreso il vaso, se ben tenute la maggior parte delle varietà arriva al metro abbondante, chiaramente con dei rinvasi appropriati e con terra soffice, fresca, ben drenata e sub-acida o acida.
La «Four Seasons» ad esempio, arriva a misurare circa ottanta centimetri con una crescita lenta, chioma compatta e fiori doppi, bianco puro; mentre la «Frost Proff», che sboccia a fine aprile, arriva a un metro e quaranta centimetri, come la «August Beauty», che ha fiori bianchissimi, dai petali vellutati e larghi 6-7 centimetri.

Molto più piccola, la «Radicans» che ha un portamento tappezzante, e misura fino a un’altezza di circa cinquanta centimetri, e altrettanto in larghezza, con fiori estivi, dall’aroma squisito e molto bella se accostata a varietà di gardenia a fiore giallo crema, come la «Golden Magic» dalle foglie verdi scuro e fiori che invecchiando assumono un bel colore giallo o la «Daisy» che ha solo la parte centrale dei petali oro.