Una marcia benefica, una giornata speciale

Solidarietà – Sabato 7 settembre a Biasca si terrà la XV edizione di marcheton CF, evento sportivo che intende raccogliere fondi per aiutare le persone affette da fibrosi cistica
/ 02.09.2019

Ritorna a Biasca marchethon CF della Svizzera Italiana, un classico appuntamento di fine estate che richiama centinaia di persone e si è affermato negli anni come un evento importante per sportivi e famiglie. La 15° edizione è in programma sabato 7 settembre. Anche quest’anno sarà riproposta la FUN RUN AND WALK non competitiva aperta a tutti con partenza alle 11.00 con la possibilità di partecipare di corsa, camminando, in monopattino, con i roller, con la bicicletta senza pedali e con tanta fantasia.

Sempre alle 11.00 partenza del giro attraverso Biasca-marchethon, per Juniors e Runners, su di un nuovo tracciato con cronometraggio professionale. A pranzo maccheronata e fornitissima grigliata accompagnate dalla musica dei Chanson-Boutique. Nel pomeriggio ci sarà spazio alle 13.30 per le gare dei bambini. Area giochi con bungee-trampolin, parete d’arrampicata, sperimentazione del circo, spettacolo per bambini di Christian Pezzatti, gonfiabili, truccabimbi, caccia al tesoro, merenda pane e cioccolato offerta e...tanto altro ancora.Durante la giornata sono previste le esibizioni di GymAcro Ticino, Sport Twirling Bellinzona, Coro dei bambini di Mesocco e Circo fortuna. Saranno presenti Luca Chieregato con «Chiedimi una storia» e lo Sprayer Renato Benzoni. Madrina della manifestazione sarà Alessandra Ferrarini pediatra e genetista all’Ospedale San Giovanni. La giornata si concluderà con l’aperitivo allietato dalla güggen Sbodaurecc di Piotta e la cena a partire dalle 18.30 con Chanson-Boutique fino a mezzanotte.

I proventi della manifestazione saranno interamente devoluti alla Società Svizzera Fibrosi Cistica (CFCH), perché marchethon CF non è solamente sport e divertimento ma, soprattutto, solidarietà. La CFCH ha lo scopo di promuovere e attuare ogni forma di assistenza ai soggetti affetti da questa malattia, favorendo altresì tutte le iniziative di carattere sociale tendenti a garantire la tutela del diritto alla salute e il superamento dell’emarginazione dei malati. La CFCH, inoltre, insieme al Swiss Working Group for Cystic Fibrosis, sostiene progetti di ricerca sulla fibrosi cistica, indispensabili per realizzare i progressi scientifici di cui beneficiano le persone affette da questa malattia.

Negli ultimi decenni, l’aspettativa di vita per le persone affette da fibrosi cistica è aumentata considerevolmente grazie ai progressi medici che hanno permesso di sviluppare nuove terapie, clinicamente applicabili. Il passo decisivo verso una guarigione definitiva non è stato ancora fatto, ma molti piccoli passi hanno permesso di migliorare la qualità di vita delle persone colpite dalla malattia. Resta quindi il bisogno di diffondere informazioni sulla malattia perché sempre meno persone si sentano sole e discriminate. Perché, sempre di più, gli sforzi di tutti vengano indirizzati a rafforzare la ricerca scientifica e il sostegno diretto al malato.