Una festa dello sci baciata dal sole

Grand Prix Migros 2017: domenica 19 febbraio sulle nevi di Airolo Pesciüm oltre 530 giovanissimi sciatori sono stati protagonisti di una giornata indimenticabile
/ 27.02.2017
di Renato Facchetti

Mentre a St. Moritz andava in scena l’atto finale dei Campionati del mondo, con lo slalom maschile vinto dal protagonista no. 1, l’austriaco Marcel Hirscher, sulle nevi leventinesi di Airolo oltre 530 giovani sciatori provenienti da tutta la Svizzera hanno animato l’evento sciistico popolare più importante alle nostre latitudini. Sono scesi così sulle orme di Lara Gut: è davvero il caso di dirlo perché l’attuale detentrice della Coppa del Mondo, insieme ad altri nomi di spicco dell’attuale nazionale rossocrociata, proprio grazie al Prix Migros hanno vissuto le loro prime esperienze di gara.

Questa competizione è a tutt’oggi la gara di sci per la gioventù più importante del panorama europeo. E offre, con la «Minirace», anche a bambini di 6 e 7 anni che non hanno mai indossato un «pettorale» la possibilità di assaporare le emozioni di una grande gara, nel momento in cui si presentano con il batticuore all’emozionante uscita dal cancelletto di partenza. L’essenza di questo progetto di Swiss-Ski, che va in scena ogni inverno dal lontano 1972, è infatti promuovere lo sci alpino da competizione in un contesto di festa dello sport, offrendo una possibilità di partecipare anche a bambini non necessariamente affiliati a uno sci club.

La vittoria di giornata sulla pista principale, il mitico «canalone», è andata per le ragazze a Sue Fuchs (anno 2001) di Meiringen/BE e per i ragazzi a Federico Toscano (anno 2001) di San Bernardino/GR. Sulla pista piccola i più veloci sono stati tra le ragazze Marah Vand der Valk (anno 2007) di Samedan/GR e tra i ragazzi Riccardo De Monaco (anno 2007) di Sorengo. I rappresentanti ticinesi, si sono aggiudicati complessivamente undici podi; soltanto i Grigioni hanno fatto meglio con dodici podi. I primi tre classificati di ogni categoria si sono qualificati alle finali nazionali, in programma l’1 e 2 dicembre prossimi.

La classifica completa della gara è consultabile su: www.gp-migros.ch. Per un gran numero di partecipanti, comunque, il maggior divertimento è stato il dopo gara: correndo da uno stand all’altro del villaggio sponsor hanno potuto aggiudicarsi i simpatici premi messi in palio da Swiss-Ski, dallo sponsor principale Migros, dai co-sponsor Thomy e Stöckli e dai fornitori Toko e Leki. Tutta la giornata comunque si è svolta nell’atmosfera delle grandi occasioni. Da un lato l’aspetto agonistico, con gli annunci dei risultati puntualmente scanditi dallo speaker al passaggio sotto lo striscione del traguardo di ogni concorrente; dall’altro il piacere della festa di famiglia, con il profumo della griglia e il fantastico cielo sereno. Da sottolineare l’ottimo lavoro organizzativo e logistico della Valbianca SA e degli oltre 100 volontari dello Sci Club Airolo. Prima delle finali di Adelboden, le prossime tappe del Grand-Prix Migros saranno a Wildhaus (5.3.), Les Crosets (11.3.), Lenk (12.3.), Arosa 19.3. e Nendaz il 25.3.