Per la tutela dell’ambiente

Ecologia - In futuro Migros offrirà solo frutta e verdura svizzere provenienti da fornitori con serre riscaldate da fonti rinnovabili
/ 04.02.2019

Il cambiamento climatico è una realtà. Migros quindi si è posta da tempo obiettivi ambiziosi per ridurre le emissioni di CO2 nella propria azienda. Ora fa un ulteriore passo avanti, intervenendo nella propria catena di fornitura: l’obiettivo è che entro il 2025 tutti i produttori svizzeri che riforniscono Migros di frutta e verdura riscaldino le loro serre con energie rinnovabili. «Con questo progetto pionieristico Migros, insieme ai propri produttori, dimostra che il riscaldamento senza l’utilizzo di olio combustibile e gas fossile è possibile», afferma il capo del WWF Thomas Vellacott. E aggiunge: «È di questo tipo di impegno collettivo che abbiamo bisogno per adempiere all’accordo di Parigi sul clima e contenere il cambiamento climatico. In tal senso, Migros lancia un segnale chiaro, anche agli altri settori dell’economia».

Oggi le serre sono riscaldate soprattutto con petrolio o metano. In futuro ogni azienda dovrà impiegare per la propria sede un mix ottimale di fonti energetiche rinnovabili. Pompe di calore, riscaldamento a legna, biogas, geotermia, energia solare e allacciamento a sistemi di teleriscaldamento con le centrali di termovalorizzazione saranno così portati in primo piano. 

Le serre in Svizzera verranno riscaldate soprattutto all’inizio e alla fine della stagione al fine di prolungarla. Si calcola che questo intervento permetterà ogni anno un risparmio fino a 75’000 tonnellate di CO2, mentre le serre riscaldate con l’utilizzo di energie rinnovabili permetteranno un rafforzamento della produzione agricola regionale.

Per migliorare ulteriormente l’impatto ambientale delle serre va considerato che un uso generalizzato di impianti di produzione idroponica permetterà un sensibile risparmio d’acqua, grazie a un’irrigazione controllata da computer, e un decisivo risparmio anche nell’uso di fertilizzanti e di insetticidi. Al termine del ciclo di crescita, i nuovi sistemi di coltivazione potranno permettere aumenti di produzione.

Il progetto di rinunciare entro il 2025 ai combustibili fossili in questo settore è ambizioso. Il cambiamento avverrà in stretta collaborazione tra Migros e i suoi produttori. Ogni anno Migros investirà nel progetto un milione di franchi. Il denaro servirà a sostenere economicamente la conversione dei produttori. Inoltre, grazie a impegni chiari in merito ai futuri volumi di ordinazione, i fornitori beneficeranno di una sicurezza di pianificazione. Migros accoglie con soddisfazione l’impegno di tutte le parti coinvolte per un futuro all’insegna del rispetto dell’ambiente.