Dieci anni di impegno per i progetti culturali

Incontro con Mario Colombo che lascia il suo incarico di Presidente della Commissione culturale del Consiglio di cooperativa
/ 10.12.2018
di Red.

La seduta del Consiglio di Cooperativa del 5.12.2018 è stata l’ultima a cui ha partecipato Mario Colombo, presidente della Commissione culturale del CC. Un impegnativo lavoro che lo ha visto esaminare quasi 200 dossier relativi ad attività culturali e sociali di vario tipo e assegnare varie migliaia di franchi per la loro realizzazione. «Ho fatto parte della Commissione culturale dal 2008, anno in cui ero stato nominato delegato del Consiglio di cooperativa di Migros Ticino. Dopo i primi 4 anni in qualità di membro, nel 2012 sono stato designato presidente» ci racconta Mario Colombo.

Ma come funziona la commissione? «Il Consiglio di cooperativa nomina, tra i suoi membri, la Commissione culturale e il suo presidente per una durata di 4 anni. Ad inizio marzo essa riceve dal responsabile del Percento culturale le richieste di contributo di sua competenza e in una prima riunione esamina le documentazioni prodotte. In una successiva riunione i 7 membri della Commissione, a cui sono stati distribuiti i progetti in maniera equa, ne presentano un rapporto dettagliato. Nell’ambito delle sue competenze e nel rispetto del Regolamento specifico vengono poi scelti i progetti più meritevoli (3 o 4 ogni anno) da sottoporre per l’approvazione definitiva al Consiglio di cooperativa nella seduta di inizio giugno». 

E quali sono le particolarità che condizionano le scelte? «La Commissione culturale deve tenere conto di un’equa ripartizione territoriale, di progetti variati e che il contributo sia rilevante per l’attuazione del progetto. Inoltre sono per principio escluse richieste per progetti promossi da enti pubblici. I nostri interventi sono pertanto mirati verso progetti magari piuttosto sconosciuti al grande pubblico, ma ricchi di storia e di impatto sociale, in sintonia anche con la grande attenzione che Migros dedica all’ambiente e al territorio. In più di un’occasione il nostro sostegno, oltre a premiare il progetto per il suo valore, ha pure permesso di far meglio conoscere alcune zone del nostro cantone un po’ dimenticate».

Tra i progetti esaminati, alcuni sono stati particolarmente a cuore a Mario Colombo, per la qualità, la storia e l’impatto ambientale: come il restauro dell’Antico Mulino di Precassino di Cadenazzo e la rivalutazione dei Monti di Rima situati sopra Broglio. «Ho pure dato grande sostegno a Pedibus Ticino, sistema di accompagnamento dei bambini lungo il percorso casa – scuola sotto la sorveglianza degli adulti, che sta ottenendo grande visibilità e sempre più nuove adesioni» ci conferma.

Per concludere, vuole rivolgere un augurio al futuro presidente? «A partire dal 2019 sarà Marco Bronzini ad assumere la presidenza della Commissione culturale. Gli auguro di saper portare nuovi stimoli a favore del gruppo, così da ulteriormente soddisfare le esigenze del Consiglio di cooperativa di Migros Ticino».