Allan Harris, il preferito da Tony Bennett

Jazz di Rete Due - Il cantante al Teatro del Gatto di Ascona, lunedì 2.12, alle 20.30
/ 25.11.2019
di Alessandro Zanoli

Volge alla conclusione la prima parte della stagione 2019-2020 di «Tra Jazz e nuove musiche», rassegna organizzata da Rete Due Rsi e sostenuta dal Percento culturale di Migros Ticino. A presentarsi sul palco del Teatro del Gatto di Ascona, per una serata inserita nel calendario del Jazz Cat Club asconese, sarà il cantante americano Alan Harris.

Nato a Brooklyn nel 1956, Harris è cresciuto in un famiglia di importanti musicisti. Proprio grazie ai contatti artistici degli Harris, molti celebri jazzisti sono stati ospiti di famiglia. Uno dei più famosi, Louis Armstrong (una sera in cui era stato ingaggiato come baby sitter!) pare addirittura che abbia terrorizzato con la sua voce il piccolo Alan. Nonostante questo trauma infantile, il primo ambito musicale in cui Allan Harris si è impegnato è stato proprio quello del canto: una carriera iniziata a 8 anni come cantore in chiesa.

Oggi la sua voce è reputata come una delle più belle ed espressive della scena musicale jazz contemporanea. A questa dote ha accoppiato un’ottima bravura di chitarrista. Il suo repertorio di riferimento è naturalmente quello degli standard, di cui ha lasciato testimonianza in varie incisioni di alto livello, accompagnato da grandi come Tommy Flanagan o Cyrus Chestnuts.

Un altro curioso aneddoto che riguarda la sua carriera gli ha guadagnato un’ottima reputazione. Nell’ambiente dei musicisti jazz si ricorda che Harris fu presentato dal celebre paroliere Sammy Cahn in questo modo: «Frank Sinatra disse che il suo cantante preferito era Tony Bennet; Tony Bennet dice che il suo cantante preferito è Allan Harrys». E lo stile di Harris è effettivamente legato alla grande tradizione del canto jazz americano, così come si è sviluppato nelle sue versioni più swinganti e calde.

Allen arriva al Teatro del Gatto con un quartetto composto da Arcoiris Sandoval alle tastiere, Nimrod Speaks al contrabbasso e Shirazette Tinnin alla batteria.