Schwa e altre inclusioni, mettiamo ordine
di Stefano Vassere

Si ha la certezza di pronunciare ormai un’ovvietà dicendo che il tema dell’attuale sociolinguistica italiana è oggi quello del linguaggio inclusivo, specie nel suo «perimetro» del linguaggio rispettoso del genere. Il panorama è fitto e non è difficile trovare nei cataloghi...

Critico impressionista
di Paolo Di Stefano

Chi lo considera un genio, chi lo considera poco più che un mistificatore della letteratura che sulla letteratura ha costruito la sua popolarità. Un suo aspro oppositore, Alfonso Berardinelli, ha scritto che Pietro Citati «ha trasformato la scrittura critica in narrazioni...

L’incredibile Noëlle Roger
di Benedicta Froehlich

Il fatto di vivere in un’epoca ipertecnologizzata – in cui molte delle invenzioni e innovazioni previste dai maggiori scrittori di fantascienza del Novecento possono ormai definirsi realtà – ha forse portato molti di noi a dimenticare come il cosiddetto genere «fantastico» possa...

Scalfari, il sovrano democratico
di Paolo Di Stefano

Sono stati usati molti aggettivi in occasione della morte di Eugenio Scalfari la scorsa settimana. Sono state elencate le sue imprese editoriali (ha creato il settimanale «l’Espresso» nel 1955 e il quotidiano «la Repubblica» nel 1976), sono stati innalzati (giusti) inni al suo...

Audace innovatore dei linguaggi
di Paolo Di Stefano

Non amava la letteratura sentimentale né quella autobiografica, ma neanche i romanzi di intreccio e i racconti di genere. Angelo Guglielmi, nato ad Arona nel 1929 e morto a Roma la scorsa settimana, era rimasto fedele alla sua prima matrice: quella promossa dalla neoavanguardia degli...

Per una filosofia del grigio
di Stefano Vastano

All’inizio, leggendone il titolo o le prime pagine possiamo ancora chiederci se l’argomento non sia un po’ marginale. Andando però avanti, affrontando i capitoli più strettamente filosofici e i rimandi storici e politici del libro, ci accorgiamo che Peter Sloterdijk ha fatto molto...

Il cammino di Hesse verso Siddharta
di Natascha Fioretti

Salgo le scale di Torre Camuzzi e già sento le loro voci. Eva Zimmermann continua a ripetere soddisfatta «è proprio come l’avevo immaginata» mentre Regina Bucher le spiega come ha deciso di realizzare concretamente il suo concetto espositivo. Il loro è un lungo sodalizio iniziato più...

Il meccanico delle anime
di Simona Sala

«La moglie di Molcho morì alle quattro del mattino, e con tutto se stesso Molcho si sforzò di individuare il momento preciso di quella morte così da inciderlo dentro di sé, perché lui voleva ricordare».Il toccante incipit di Cinque stagioni, a pochi giorni dalla scomparsa di Abraham...