Vivere senza rete, intervista a Paolo Crepet
di Laura Di Corcia

Quando dico che non ho WhatsApp alcune persone la prendono per un affronto. Ma come, dicono, è tutto gratuito! E quando rispondo che gratuito non lo è per nulla, che si paga in altri termini, in mancanza di libertà, in digital-dipendenza e che già i social network a volte sono una...

Favorire il plurilinguismo
di Valentina Grignoli

Léane, Laeticia e Lola, sono tre ragazze losannesi che dallo scorso settembre siedono sui banchi del Liceo Lugano 2 di Savosa. Queste tre studentesse hanno infatti deciso di impegnarsi in un percorso, quello della maturità bilingue, che le porterà a fare un’esperienza unica,...

Il giornalismo ora è costruttivo
di Serena Tinari

Conosciamo tutti quella sensazione. Ti alzi la mattina, sfogli un quotidiano e la brutalità delle news ti assale. I titoli in prima pagina sono deprimenti. Guerre e omicidi, la politica raccontata per scandali e polemiche, le catastrofi naturali attraverso le immagini di vittime...

L’eterna danza delle interazioni
di Massimo Negrotti

Le cose che ci circondano possono ovviamente essere descritte e classificate in vari modi e le scienze naturali lo fanno da sempre. Tuttavia, c’è una modalità descrittiva che si è resa disponibile solo dopo l’avvento, nel secolo scorso, della Teoria dei Sistemi e della Cibernetica....

Welcome to the Machine
di Lorenzo De Carli

Sta succedendo come nel film culto L’invasione degli ultracorpi: senza che ce ne accorgiamo, altre creature stanno prendendo il nostro posto nella vita di tutti i giorni. Ci scalzano non solo là dove siamo impegnati a fare cose pratiche, ma anche nelle attività che richiedono...

Scuola ticinese, chissà se verrà
di Fabio Dozio

Chissà cosa verrebbe fuori se lasciassimo realizzare agli allievi, bambini e ragazzi, la scuola che desiderano? Sarebbe un esperimento interessante, ma non siamo ancora a questo punto e, verosimilmente, mai lo saremo. La proposta di riforma della scuola dell’obbligo presentata dal...

La fortuna del successo
di Stefania Prandi

Il duro lavoro, l’impegno, il talento, non bastano per riuscire ad avere successo nella vita: a contare (a parità di sforzi e bravura) è anche la fortuna. A sostenere quest’idea, criticata da chi crede che la buona sorte rappresenti un fattore secondario «per farcela», è Robert...

Giocare, uno stile di vita
di Natascha Fioretti

Immaginate di andare dal fruttivendolo sotto casa e di ricevere cinque punti ogni volta che comprate verdure di stagione o a km 0 e di essere incoronato cliente dell’anno per il vostro comportamento sostenibile una volta raggiunti 500 punti. Oppure immaginate di giocare con un...