In&Outlet

I grattacapi di Biden
di Aldo Cazzullo

Joe Biden aveva avuto un esordio prodigioso, ma a un anno dalla sua elezione è già in grande difficoltà. All’inizio un po’ tutti abbiamo guardato a Biden come a un vecchio arnese. Un attempato gaffeur, buono per battere un divisivo Trump, non certo per fondare una nuova stagione. Un...

Il Mercato e la Piazza

Formazioni e differenze salariali
di Angelo Rossi

Un paio di settimane fa il «Corriere del Ticino» ha pubblicato una notizia che deve aver fatto l’effetto di una bomba nelle famiglie ticinesi con figli agli studi. Stando alla stessa infatti, nel corso degli ultimi vent’anni, lo scarto salariale (misurato con il salario medio) tra...

Il presente come storia

Un’antologia «verde» da riscoprire
di Orazio Martinetti

Le sempre più numerose e gremite manifestazioni per il clima potrebbero far pensare, soprattutto tra i giovanissimi che le promuovono e le animano, che l’ecologia sia una scoperta recente, diffusa e amplificata dalla grande rete in cui siamo tutti immersi, noi e loro. In realtà...

Approdi e derive

Cambiare le parole per cambiare il mondo?
di Lina Bertola

È senz’altro apprezzabile la sensibilità di chi chiede di esprimere, laddove sia possibile, anche il femminile delle parole con cui ci si rivolge alle persone. «Tutte e tutti», «ascoltatrici e ascoltatori», avvocata, architetta, e via dicendo. L’uso di queste forme linguistiche...

La società connessa

La mela intelligente
di Natascha Fioretti

È strano che con i progressi fatti nel campo dell’intelligenza artificiale per dare i comandi al computer oggi usiamo ancora la tastiera e non la voce, ha detto Alessandro Curioni, direttore del laboratorio IBM e ricerca a Zurigo durante la tavola rotonda organizzata da USI, SUPSI e...

Le parole dei figli, home page rubrica

Like
di Simona Ravizza

Il like per la Generazione Z è il buonumore che torna se l’influencer di turno a cui è dedicata la fanpage sui social mette il cuoricino sul post («L’ha visto!»), il sorriso sul viso quando il proprio account è menzionato nelle storie Instagram degli amici («Mi hanno taggata!»), il...

Editoriale

Che l’unicorno ci aiuti
di Alessandro Zanoli

Capita andando avanti con l’età che ci si ritrovi svegli di notte a guardare il soffitto con un turbine di pensieri nella testa. Allora sorge spontaneo un desiderio di fare ordine, calmare le idee e magari riagganciare il sonno con tranquillità. Ma il sonno non è detto che arrivi....

A due passi, home page rubrica

La confiserie Wodey-Suchard a Neuchâtel
di Oliver Scharpf

L’arte di guardare il paesaggio dal treno è come una specie rara, va protetta. E allenata, con metodo e abbandono totale. Stamattina catturo un gatto in un prato, il movimento della bruma che si leva adagio dai boschi, la prima neve sulle montagne, pecore ouessant, uno sprazzo di...