A due passi, home page rubrica

L’ex sanatorio Bella Lui a Crans-Montana
di Oliver Scharpf

Flora Steiger-Crawford (1899-1991), nata a Bombay e detta Flörli, è la prima donna a diplomarsi in architettura al Politecnico di Zurigo nel 1923. Capello corto, frangetta sbarazzina, sguardo chiaro, l’anno dopo sposa un suo compagno di studi, Rudolf – detto Rudi – Steiger...

Editoriale

Un gran Macello
di Peter Schiesser

Più i giorni passano, più il mistero si infittisce e più cresce lo sconcerto: la fulminea demolizione, il 29 maggio, dell’ala occupata dagli autogestiti al Macello di Lugano si sta trasformando in un pasticcio dalle conseguenze imprevedibili, poco degno di uno Stato di...

Affari Esteri, home page rubrica

Quando la violenza di regime rimane impunita
di Paola Peduzzi

Quando Roman Protasevich è stato portato via assieme alla sua fidanzata dalle guardie bielorusse ha detto a un passeggero dell’aereo su cui aveva viaggiato: «Rischio la pena di morte». La pena di morte? Un attivista democratico di ventisei anni che organizza proteste contro il regime...

Zig-Zag

L’inverno demografico che non finisce
di Ovidio Biffi

Non ha avuto particolare risonanza e seguito, da noi, la giornata internazionale delle famiglie celebrata il 15 maggio. La dimenticanza non deve suscitare sorpresa: solo nel mese di maggio di «giornate internazionali» ce n’erano ben 14, iniziando da quella del 2 maggio dedicata alla...

Il Mercato e la Piazza

Importanza dell’indennità per lavoro ridotto
di Angelo Rossi

Il Consiglio federale ha deciso di mantenere sino alla fine di giugno di quest’anno la procedura semplificata per il preannuncio del lavoro ridotto in caso di sospensione dell’attività aziendale in seguito a provvedimenti per lottare contro il Covid 19. Sono certamente molti gli...

Editoriale

Nessun accordo, nessuna visione
di Peter Schiesser

Dunque, questo è quanto: non ci sarà accordo istituzionale con l’Unione europea, contro il parere dei Cantoni e delle commissioni di politica estera del Parlamento. Sette anni di negoziati sprecati, senza neppure un piano B degno di questo nome. Solo una lettera alla presidente della...

In fin della fiera

Quelli che... dovresti riconoscere
di Bruno Gambarotta

Quelli che hanno la pretesa che tu li riconosca.... Ma andiamo con ordine. Avere una vita ricca di relazioni comporta il fatto di incrociare molte persone e solo un collezionista di facce accoppiate ai nomi dei portatori di quelle facce, solo un praticante dello sport della memoria...

A video spento, home page rubrica

Cancel culture e nuovi consensi
di Aldo Grasso

Spesso, volendo difendere i più deboli, si combattono battaglie di retroguardia. È il caso della cosiddetta Cancel Culture, la cultura della cancellazione, ovvero la tendenza a condannare all’oblio persone o aziende considerate colpevoli di aver sostenuto – anche in passato – valori...