Un Boris Godunov eccezionale in tutti i sensi
di Marinella Polli

Proporre in tempo di pandemia un Boris Godunov, ossia un’opera di forte impatto teatrale, sia musicalmente che scenicamente, per giunta un’opera che esige una grande orchestra e dove l’onnipresente coro è personaggio, denota coraggio.L’Opernhaus questo coraggio ce l’ha e apre la...

Occorre credere nell’impossibile
di Muriel Del Don

Trajal Harrell è un artista camaleontico, inafferrabile e affascinante che riesce ad impossessarsi della scena come se la sua vita ne dipendesse. Che si tratti di danza post moderna, voguing, hoochie coochie o ancora di butoh, Trajal affronta la storia della danza attraverso il...

Kaufman, un film che è un viaggio
di Alessandro Panelli

I’m Thinking of Ending Things (2020)è l’ultima fatica di Charlie Kaufman. Il film è ispirato all’omonimo romanzo di Iain Reid, che Kaufman (Oscar per la migliore sceneggiatura nel 2005 per Eternal Sunshine of the Spotless Mind e sceneggiatore di Being John Malkovich, Anomalisa,...

Tre donne, tre destini e tre ribellioni
di Nicola Mazzi

Tre donne di età diversa. Tre attrici conosciute e apprezzate (Nicole Kidman, Charlize Theron e Margot Robbie) che le interpretano. Tre storie diverse, ma che hanno in comune una vicenda di abusi e molestie subìta dallo stesso uomo: il CEO di FOX News: Roger Ailes. Bombshell, nelle...

Le ventotto pietre di Salisburgo
di Giovanni Gavazzeni

Dal 17 agosto sulla Max-Reinhardt Platz (intitolata al grande regista ebreo, padre fondatore del Festival), sono state incastonate 28 pietre commemorative in suffragio di musicisti, registi e attori che presero la via dell’esilio dopo l’Annessione dell’Austria nel 1938 o che furono...

Raccontare il mondo anche senza glamour
di Nicola Falcinella

Red carpet e assalti alle star rinviati, possibilmente, all’anno prossimo: è stata una 77° Mostra del cinema di Venezia rigorosamente all’insegna di mascherine e distanziamento. Un festival, il primo grande a livello internazionale dopo l’interruzione per il coronavirus, all’insegna...

Frammenti di sogni
di Giorgio Thoeni

È stato come intingere una madeleinette nel tè di tiglio e ritrovare il sapore del tempo perduto. L’allusione a uno dei passaggi della Recherche di Marcel Proust, entrato di diritto nei luoghi comuni letterari più celebri, ci sembra pertinente. Anche se non sappiamo se Daniele Finzi...

L’impareggiabile emozione di esserci
di Giorgia e Muriel Del Don

Decostruire per ricostruire, questo è il mantra pronunciato più volte da Claude Ratzé, direttore del sempre accattivante festival pluridisciplinare di Ginevra La Bâtie. Una presa di posizione necessaria per permetterci ancora di sognare malgrado l’imperativo del distanziamento...

Risultati da 1 a 8 su 437
<< Prima < Precedente 1-8 9-16 17-24 25-32 33-40 41-48 49-56 Prossima > Ultima >>