Tra il nichilismo gotico e l’apertura di oggi
di Benedicta Froelich

Sono passati solo due anni dall’ultimo capolavoro (lo straziante Ghosteen) inciso da Nick Cave con i suoi The Bad Seeds, e non vi è dubbio sul fatto che si sia trattato di anni che hanno causato gravi mutamenti nelle percezioni non solo dell’artista, ma di ogni abitante del pianeta;...

Non è estate senza un po’ di swing

Ci si è messo anche il maltempo ma la solida tradizione dei concerti jazz estivi, alle nostre latitudini non si è interrotta. Conclusa con un buon riscontro di pubblico la rassegna Calanca Jazz, una primizia che ha visto Nicolas Gilliet riunire alcuni musicisti della sua scuderia a...

Un vascello troppo borghese
di Sabrina Faller

È stata una riapertura emozionante quella del 25 luglio 2021, dopo un anno di pandemia che ha costretto il festival a far saltare l’edizione 2020 e la nuova produzione del Ring, ora prevista per il 2022. Per la prima volta la platea ha ospitato meno della metà del numero degli...

L’unico festival 2021 è Magic Blues

Ricevere i comunicati stampa che, tappa dopo tappa, ci tengono informati sul successo della rassegna Magic Blues è una sensazione molto bella. In una sfortunata estate in cui, per il secondo anno consecutivo, non si è potuto tenere praticamente nessuno degli usuali appuntamenti...

Una personalissima cifra sonora
di Carlo Piccardi

A tutti è capitato, magari senza conoscerne l’origine, di ascoltare l’apertura del poema sinfonico Also sprach Zarathustra di Richard Strauss (riferito a Così parlò Zarathustra di Friedrich Nietzsche). Da quando Stanley Kubrick lo impiegò in 2001, Odissea nello spazio (1965), il...

Un uomo e un violoncello
di Enrico Parola

«Torno spesso in Ticino, porto i miei tre figli dai nonni, vedo gli amici e i colleghi musicisti; non di rado sono venuto per dei concerti, ma questa volta, dopo il lungo e duro lockdown subìto anche da teatri e concertisti, ha un sapore tutto speciale». Non nasconde l’emozione e...

Suoni fuori dal coro
di Alessandro Zanoli

Dice che è stata colpa del Covid, Peo Mazza. Esce con questo disco solista, questa antologia di una carriera di oltre trent’anni, e lui la promuove con il suo usuale understatement: «Qualcosa bisogna pur fare, se non si può andare in giro a suonare». Eppure... Basta guardare la lista...

Warren Zevon, una preziosa eredità
di Benedicta Froelich

Sebbene il panorama rock angloamericano offra molteplici casi in cui un artista di raro talento è stato negletto in modo pressoché criminale dal grande pubblico, a tutt’oggi il caso di Warren Zevon (1947-2003) appare particolarmente grave. Per chi scrive è infatti inconcepibile che...