La memoria mostruosa
di Sarah Parenzo

Scrittore israeliano classe 1965, Yishai Sarid, figlio del noto giornalista e politico Yossi Sarid, vive a Tel Aviv dove lavora come avvocato. Il poeta di Gaza (E/O 2012), suo secondo romanzo, ha vinto in Francia il Grand prix de littérature policière nel 2011. Ne Il mostro della...

L’arte dello spionaggio
di Benedicta Froelich

Come gli amanti di spy stories ben sanno, la condizione di neutralità della Svizzera, unita alla sua posizione strategica nel cuore dell’Europa e al crocevia economico rappresentato dal segreto bancario, ne ha sempre fatto terreno particolarmente fertile per lo spionaggio...

Pompei stupisce ancora
di Alessia Brughera

Un’altissima nuvola di fumo mista a cenere e lapilli si elevò nel cielo assumendo l’aspetto di un albero di pino dalla cui cima si disperdevano formazioni somiglianti a rami: con questa similitudine lo scrittore latino Plinio il Giovane descriveva in una lettera indirizzata allo...

Mito e tormenti di Vincenzo Vela
di Pietro Montorfani

Giunti nel punto equidistante dai due anniversari che celebrano in questi mesi la figura di Vincenzo Vela, i duecento anni dalla nascita (maggio 1820) e i 130 dalla morte (ottobre 1891), ci siamo ritrovati tra le mani una piccola messe di pubblicazioni assai eterogenee per stile e...

Nella luce del Dalai Lama
di Eliana Bernasconi

Sua Santità il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso, guida spirituale del popolo tibetano, preferisce definirsi un semplice monaco. Ha compiuto 85 anni il 6 luglio scorso; nato nel Tibet nord orientale da una famiglia di agricoltori, all’età di 2 anni viene riconosciuto come la...

Inciampare sui proverbi
di Laila Meroni

Tanti alunni si irrigidiscono quando si nomina la matematica. Eppure se si riesce a penetrare la logica di questa materia scolastica si scopre che la danza dei numeri è molto digeribile. In matematica le eccezioni sono rare, mentre sono ben presenti quando si studia una lingua. Della...

A tavola? Non più di sette
di Elio Marinoni

Septem convivium, novem convicium«In sette è un banchetto, in nove una gazzarra».(Scriptores Historiae Augustae, Vita di Vero, 5, 1) Aggiungi un posto a tavola recitava il titolo di una commedia musicale di Garinei e Giovannini (1974). Ora, in tempi di pandemia, i governi (non...

Alberto Sordi, l’attore che reinventò gli italiani
di Blanche Greco

Il suo primo costume di scena, si fa per dire, fu quello del chierichetto e, indossata la cotta bianca, immaginava che i fedeli in preghiera fossero il suo pubblico, e come lo stesso Alberto Sordi raccontò in un’intervista: «Quella fantasia mi elettrizzava e io, che ero nato...