Iris von Roten la visionaria
di Natascha Fioretti

Quante cose oggi sarebbero diverse se il manifesto femminista di Iris von Roten Frauen im Laufgitter pubblicato per la prima volta nel 1958 avesse ricevuto le giuste attenzioni e acclamazioni. Se fosse stato subito tradotto in inglese, francese e italiano. Se il mondo politico e la...

La collezione delle polemiche
di Emanuela Burgazzoli

La storia, quella dell’industriale Emil Georg Bührle e della sua collezione, è nota, più recente invece le polemiche suscitate da quello che resta un capitolo controverso della storia nazionale. Della collezione Bührle si è occupata la commissione Bergier, ma anche recenti...

Prete, pardon, killer
di Benedicta Froelich

Per quanto la Svizzera venga raramente nominata nell’ambito dell’eterno dilemma morale relativo alla pena capitale, è giusto ricordare che sono passati soltanto ottant’anni dall’ultima condanna a morte su suolo elvetico; condanna peraltro preceduta, l’anno prima, da un’esecuzione...

Correggersi non è sempre una buona idea
di Laila Meroni Petrantoni

«Puliscio io!», esclama il bimbo, 3 anni di esuberanza incontenibile. Di solito sono i grandi a rimproverarlo con un categorico «E adesso pulisci!». Così lui ha pensato di rendersi utile e coniugare il verbo pulire nel modo più logico possibile… Esiste un fenomeno nell’uso delle...

L’ordine secondo Filippo Baldinucci
di Gianluigi Bellei

Filippo Baldinucci (Firenze, 1625-1696) ha un’educazione religiosa e studia dai gesuiti. Frequenta la bottega dell’incisore e scultore Iacopo Maria Foggini e poi quella del pittore Matteo Rosselli. In seguito collabora con le attività commerciali paterne. Il suo talento artistico lo...

L’azzardo in letteratura
di Paolo Di Stefano

Si fatica a individuare una personalità culturale complessa come quella di Roberto Calasso, morto a Milano nella notte tra mercoledì e giovedì scorso, proprio in coincidenza con l’uscita di due suoi nuovi libri, peraltro ambedue di stampo autobiografico (il primo dedicato alla figura...

Tra il bianco e il nero
di Benedicta Froelich

A volte capita che, come nelle leggende folk di una volta, sia possibile incappare in personaggi che appaiono usciti direttamente da un romanzo d’appendice: individui istrionici, che è spesso impossibile classificare o definire con precisione, se non con il nostalgico termine di...

Bollag-Cavani 1:1
di Simona Sala e Alessandro Zanoli

Elio Bollag e Franco Cavani, due persone che più diverse non si può, divise da fattori molteplici, che spaziano dalla politica al passato, dalle amicizie agli interessi. Di religione ebraica, ex commerciante e figura politica, eccentrico opinionista il primo, anarchico, disegnatore,...