Quel gelo tra Parigi e Berlino
di Marzio Rigonalli

L’invasione russa dell’Ucraina ha messo a dura prova la concordia all’interno dell’Ue. L’unità dei 27 Paesi membri resiste, almeno fin ora, anche se la ricerca di soluzioni comuni stenta a realizzarsi in più settori. Sulle questioni energetiche, per esempio. Sugli obiettivi della...

I perché delle provocazioni di Pyongyang
di Giulia Pompili

Nella Zona demilitarizzata, la striscia di terra che divide la Corea del Nord dalla Corea del Sud lungo il trentottesimo parallelo, è ancora vietato visitare il villaggio di Panmunjeom e l’Area di sicurezza congiunta, quei prefabbricati blu (nella foto) dove nel 1953 fu firmato...

Prove generali di un divorzio economico
di Federico Rampini

Mentre Joe Biden e Xi Jinping a Bali celebravano un G20 all’insegna del «disgelo», a Washington una Commissione del Congresso apriva un’indagine sulla concorrenza sleale della Cina, con la possibilità di annullare la «clausola della Nazione più favorita» che regola le relazioni...

Dura nei confronti di stranieri ed ermellini
di Cristina Marconi

È una socialdemocratica scaltra e navigata, pronta a difendere a spada tratta un welfare generoso e la lotta al cambiamento climatico, ma che ha trovato il suo «marchio di fabbrica» nell’approccio antidogmatico ad alcuni temi, tra cui l’immigrazione, su cui ha promosso e continua a...

Verso una stretta sull’immigrazione
di Barbara Gallino

Altro che sovranità sui confini. Lo slogan «Riprendiamo il controllo!», che aveva convinto tanti sudditi di Sua Maestà a votare a favore dell’uscita del Regno Unito dalla Ue al referendum del 2016, ha avuto un effetto boomerang. Almeno per quanto riguarda gli sbarchi di migranti in...

Sorpresa: Mosca potrebbe trattare
di Lucio Caracciolo

Come in quasi ogni guerra, mentre sul campo si combatte, in luoghi e tempi imprecisati, opportunamente nascosti, si negozia la pace. O meglio il cessate-il-fuoco. A questa legge non sfugge il conflitto fra Russia e Ucraina. Ovvero fra russi e ucraini con il sostegno della Nato, cioè...

Un Grand Old Party senza Trump?
di Federico Rampini

Joe Biden non diventa quell’anatra zoppa che si temeva e affronta gli impegni internazionali con una credibilità intatta, a cominciare dal G20 di Bali. Gli alleati dell’America nel mondo possono tirare un sospiro di sollievo: nel prossimo biennio non avranno a che fare con...

Crisi climatica e rilancio dei fossili
di Alfredo Venturi

A trent’anni dal Summit della Terra di Rio de Janeiro, che per la prima volta chiamò i Governi al capezzale del pianeta malato, a venticinque dal Protocollo di Kyoto che li impegnò a ridurre le emissioni, infine sette anni dopo l’Accordo di Parigi che di quell’impegno fissò la misura...