Uno sguardo al mondo nel 2051
di Lucio Caracciolo

Come sarà il mondo fra una generazione? Nessuno può presumere di stabilirlo, ma ragionare sul futuro apparentemente lontano è esercizio utile. Necessario soprattutto per gli attori geopolitici, specie per le grandi potenze che incidono sulle relazioni e sugli equilibri planetari. Ma...

La «politica dei due forni» di Lukashenko
di Anna Zafesova

Nel momento in cui Aleksandr Lukashenko urla all’intervistatore della Bbc «noi sgozzeremo tutti i bastardi delle Ong che ci avete infiltrato», apre uno spiraglio inquietante non soltanto su quello che accade nella testa del dittatore bielorusso, ma forse anche su quello che sta...

Quell’ideale di sviluppo senza limiti
di Alfredo Venturi

Rinunciare al carbone? No, al massimo ne riduciamo il consumo. Così l’India, facendosi capofila del mondo in via di sviluppo, ha imposto la sua visione alla Cop26, la recente conferenza di Glasgow sui cambiamenti climatici. «È stata un successo», ha dichiarato un trionfante Bhupender...

Il Trump argentino
di Angela Nocioni

Per la prima volta dalla fine della dittatura (1983) l’estrema destra dichiarata entra nel Congresso argentino, con tre scranni. Non che siano mai mancati gli estremisti di destra a Buenos Aires, dentro e fuori dal Parlamento. Anzi. Il Paese è molto polarizzato e per una buona metà...

Sulla pelle dei più deboli
di Francesca Mannocchi

La settimana scorsa l’Ue ha concordato nuove sanzioni – le quinte – contro la Bielorussia, misure che prendono di mira le istituzioni e gli individui ritenuti coinvolti nei processi che hanno facilitato l’arrivo di migliaia di persone ammassate da settimane lungo il confine con la...

Se l’Onu si inginocchia al Dragone
di Francesca Marino

«La cosa che più mi sconvolge è che, dopo tutti questi anni, sono rimasta l’unica a denunciare i metodi adoperati dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni unite (Unhrc). Mi addolora che le persone facciano affidamento sull’Onu, mentre le Nazioni unite forniscono alla Cina nomi...

Dove scoppierà la terza guerra mondiale?
di Giulia Pompili

Quando la vicepresidente americana Kamala Harris è atterrata a Parigi, due settimane fa, tutti sapevano quale fosse il reale obiettivo di quella missione Oltreoceano: l’Amministrazione di Joe Biden sta facendo di tutto per fare pace con il Governo di Emmanuel Macron dopo l’affare dei...

In lotta per la successione di Merkel
di Stefano Vastano

Jens Spahn ha già gettato la spugna. Il 41enne ministro della Salute tedesco ha rinunciato anche questa volta a candidarsi per il trono – sempre più traballante – di presidente della Cdu. Quel trono che fu del potentissimo Helmut Kohl e poi, per 16 lunghi anni, di Angela Merkel. E...