Rendez-vous à la Croisette
di Fabio Fumagalli

Quello di Cannes non è il festival cinematografico più vecchio al mondo. In quanto ad anzianità è preceduto infatti da un dato inamovibile: quel 1932, anno della prima Mostra del Cinema a Venezia. Poi, è vero, la lunga rivalità fra i due maggiori incontri di cinema al mondo è stata...

Medea Kali, una donna senza tempo
di Giorgio Thoeni

Il mito e la nascita della tragedia sono temi che continuano ad affascinare il territorio teatrale con un mondo in cui l’azione si concentra su un solo personaggio che spesso dà il nome all’opera. Come Medea. Scritta da Euripide e rappresentata ad Atene nel 431 a.C. (circa) fra tutte...

Chi resterà sul trono?
di Mariarosa Mancuso

Nove anni fa, era di maggio, il finale di Lost (l’ultima delle robinsonate pervenute, scritta da J.J. Abrams e Damon Lindelof, sempre di naufraghi su un’isola deserta si trattava, quasi tre secoli dopo l’originale) oscurò il festival di Cannes. Tutti parlavano della serie, anche i...

Personalità a confronto, killer e vittima
di Alessandro Panelli

La seconda stagione di American Crime Story (creata da Scott Alexander e Larry Karaszewski, distribuita da FOX) ci riporta alla vera storia dell’omicidio di Gianni Versace (The Assassination of Gianni Versace è il titolo) e dell’uomo che ha compiuto il gesto nel 1994 a Miami...

Svizzeritudine fra mito e ossa rubate
di Giorgio Thoeni

Applausi meritati e ampia soddisfazione hanno accompagnato il recente debutto al Teatro Sociale di Bellinzona di Tell, atto unico fra giallo, commedia e pochade musicale magrittiana. Un lavoro nato dalla penna di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis, diretto dallo stesso Stroppini...

L’eterna danza del demone
di Daniele Bernardi

Credo fosse il 2003 quando, per la prima volta, vidi danzare Masaki Iwana. Il Festival Trasformazioni – evento che, negli anni, ha notevolmente accresciuto l’interesse per il butō in Italia – era quindi alla sua terza edizione e, quella sera, a Roma, l’artista giapponese si sarebbe...

Insieme per sempre
di Nicola Mazzi

Meritato vincitore dell’undicesimo Premio di Soletta, il secondo documentario di Fanny Bräuning (già premiata con lo stesso premio nel 2009 per No More Smoke Signals) è un viaggio: nel tempo, nello spazio e alla scoperta dei propri genitori. La madre, Annette, è paralizzata dal collo...

L’assurda parola di Ionesco
di Giorgio Thoeni

Scorrendo l’elenco delle produzioni realizzate fino ad oggi da e.s.teatro emerge uno spiccato interesse per la rilettura della drammaturgia di repertorio, da quella più classica a quella contemporanea, con un occhio di riguardo per quella fetta di opere che richiedono necessariamente...