Il vecchio e la regina
di Fabio Fumagalli

*** Lucky, di John Carroll Lynch, con Harry Dean Stanton, David Lynch (Stati Unit i, 2017) Avrebbe meritato l’oro all’ultimo Festival di Locarno al posto del sensibile ma clamorosamente elitistico Mrs. Fang di Wang Bing. Lucky è pure a suo modo un film piccolo; non è però solo...

Oscar Wilde, artista e capro espiatorio
di Giovanni Fattorini

Londra, 18 febbraio 1895. John Sholto Douglas, ottavo marchese di Queensberry, arriva all’Albemarle Club e chiede di Oscar Wilde. Vuole incontrarlo per intimargli – lo ha già fatto in altra occasione – di porre fine al chiacchierato sodalizio col suo terzogenito, il ventiquattrenne e...

Un film che non si accontenta delle apparenze
di Fabio Fumagalli

***(*) Quando ero Cloclo, di Stefano Knuchel, con S.K., Nives Knuchel Vacchini, Peter Knuchel, Stefano Knuchel, Antonella Knuchel, Francesco Knuchel, Fabio Knuchel, Roberto Knuchel, Fausto Vacchini (Svizzera 2017) «La vita consiste nel risolvere un ricordo». Non è facile, nemmeno in...

La danza senza musica e quella spiegata ai «dummies»
di Giorgio Thoeni

Le scorse settimane sono state dense di appuntamenti con la danza contemporanea. Una concentrazione di eventi tra festival, premiazioni e debutti stagionali che non hanno lasciato a bocca asciutta chi si attendeva qualità e innovazione. E due spettacoli in agenda nel giro di pochi...

Emozionarsi senza guardare
di Nicola Falcinella

Emma (Valeria Golino) è rimasta cieca a 16 anni, ma è come se vedesse. Teo (Adriano Giannini) ha la vista, ma vive ottenebrato dal lavoro e da continue avventure con donne diverse. I due, che si incontrano durante un «dialogo al buio» e si ritrovano e si innamorano, sono i...

Blade e gli altri
di Fabio Fumagalli

***(*) Blade Runner 2049, di Denis Villeneuve, con Ryan Gosling, Harrison Ford, Jared Leto, (Stati Uniti 2017)  In epoca non proprio idealista come l’attuale, quella di Blade Runner 2049 rappresenta, prima di ogni altra cosa, una sfida ardita. «Mi è stata proposta, non avrei...

Bolero per mosche, granchi e uova, mentre Amleto brilla per assenza
di Giorgio Thoeni

L’inconfondibile fantasia di Tiziana Arnaboldi e la trascinante empatia di Riccardo Blumer costituiscono il tandem che ha inaugurato recentemente la stagione del Teatro San Materno di Ascona. Il solco tracciato dalla direzione sul palcoscenico della storica sala costruita per...

Il FIT mantiene le sue promesse
di Giorgio Thoeni

Anche quest’anno, l’edizione del Festival Internazionale del Teatro (FIT) – la 26esima – ha mantenuto la promessa di far scoprire facce interessanti della scena contemporanea. Non potendo riferire di ogni spettacolo almeno possiamo certificare che molte delle proposte hanno messo a...