L’eterna danza del demone
di Daniele Bernardi

Credo fosse il 2003 quando, per la prima volta, vidi danzare Masaki Iwana. Il Festival Trasformazioni – evento che, negli anni, ha notevolmente accresciuto l’interesse per il butō in Italia – era quindi alla sua terza edizione e, quella sera, a Roma, l’artista giapponese si sarebbe...

Insieme per sempre
di Nicola Mazzi

Meritato vincitore dell’undicesimo Premio di Soletta, il secondo documentario di Fanny Bräuning (già premiata con lo stesso premio nel 2009 per No More Smoke Signals) è un viaggio: nel tempo, nello spazio e alla scoperta dei propri genitori. La madre, Annette, è paralizzata dal collo...

L’assurda parola di Ionesco
di Giorgio Thoeni

Scorrendo l’elenco delle produzioni realizzate fino ad oggi da e.s.teatro emerge uno spiccato interesse per la rilettura della drammaturgia di repertorio, da quella più classica a quella contemporanea, con un occhio di riguardo per quella fetta di opere che richiedono necessariamente...

Una realtà che diventa poesia
di Giorgia Del Don

Arrivata al suo secondo anno come direttrice di Visions du réel, Emilie Bujès riesce a portare avanti un discorso complesso sul cinema detto «del reale» di cui il suo predecessore Luciano Barisone aveva fatto il suo credo. Mai delusi dalla varietà di proposte che il festival lacustre...

Adrenalina senza troppi pensieri
di Alessandro Panelli

Cinque ex membri delle forze speciali decidono di derubare un narcotrafficante rischiando la propria vita e il rapporto di lealtà all’interno della squadra: il nuovo film d’azione diretto dallo statunitense J.C. Chandor (All is Lost, A Most Violent Year) con interpreti Oscar Isaac e...

Tra danza e flussi di coscienza
di Giorgio Thoeni

È possibile che ancora oggi il nudo sul palcoscenico possa generare un mugugno da parte di qualche ormai raro benpensante. Bisogna riconoscere che il moralismo è alimentato da buone ragioni laddove c’è esibizionismo gratuito o pretestuosa provocazione. L’esito è di tutt’altra natura...

In casa d’altri, per scrivere una storia
di Giovanni Fattorini

Germán e Juana, entrambi sui 55 anni, sono sposati da 30 e non hanno figli. Lui insegna letteratura in un liceo; lei dirige una galleria d’arte contemporanea le cui proprietarie (che l’hanno ereditata) minacciano di licenziarla e di cedere il locale se non dimostrerà entro breve...

Mariani, dal cuore di ogni cosa
di Giorgio Thoeni

Stefania Mariani al clamore preferisce il lavoro in solitaria. Ci ha infatti abituati ad assistere a spettacoli in cui primeggia la parola, concepita senza l’appoggio di effetti particolari, facendo leva soprattutto sulla fantasia e l’evocazione generata dalle parole. Un’operazione...