Postille filosofiche

Come ti curo il cucciolo
di Maria Bettetini

Mentre un presidente blocca l’ingresso nella sua nazione a chi gli sta antipatico, mentre la disoccupazione giovanile raggiunge vette ineguagliate, mentre si muore per il freddo e la neve, e soprattutto fa freddo anche all’Isola dei Famosi, c’è chi si occupa d’altro. Sorgono nelle...

Voti d'aria

Fango, identità e oblio
di Paolo Di Stefano

E se uno volesse scomparire? Dopo essere stato sulla scena per anni, dopo aver combattuto la propria battaglia professionale o sociale, dopo essere stato o essersi sentito protagonista, volesse sottrarsi, rientrare nell’ombra? È possibile, tranne in un caso. Il diritto all’oblio,...

In fin della fiera, home page rubrica

Paolo Conte, un immedicabile dandy
di Bruno Gambarotta

Ad Asti lo struscio si faceva in corso Alfieri. Se mi avessero detto che il ragazzo che camminava su e giù al mio fianco sarebbe diventato Paolo Conte gli avrei chiesto: come saremo a 80 anni? Avrei preso appunti e adesso sarei in grado di scrivere un degno omaggio all’amico che il 6...

Postille filosofiche

La mitologia, quasi un noir
di Maria Bettetini

Mi è capitato tra le mani un libro che ho amato e amo tanto, che da quando mi fu suggerito alle elementari ancora rileggo: è Storie della storia del mondo (di Laura Orvieto, Giunti editore, Firenze), una versione per bambini dei principali miti greci e latini, dove «per bambini»...

Voti d'aria

La vertigine della zucchina
di Paolo Di Stefano

Ci sono notizie che provocano vertigini, capogiri, lievi mancamenti. Prendete questa, che proviene da un rapporto dell’ong Oxfam, presentato nelle scorse settimane, in attesa del vertice economico di Davos: l’uno per cento della popolazione mondiale possiede una ricchezza pari a...

Postille filosofiche

Indimenticabili maestri
di Maria Bettetini

Antichi maestri, maestri cattivi. Si sprecano gli aggettivi per il maestro, la maestra, come si chiama chi insegna ai livelli minimi, scuole materne e primarie, e a quelli superiori: maestri di vita, maestri d’arte, «maestro», come si chiama per non sbagliare chiunque pratichi...

In fin della fiera, home page rubrica

Il cappone onorario
di Bruno Gambarotta

Come è andato questo Natale? Mi domandano gli amici che, conoscendo la mia passione per la tavola imbandita, sottintendono «dal punto di vista gastronomico»? La risposta è «come tutti gli altri anni»: il Natale in Piemonte è la festa del Piacere Differito. Se durante l’anno ci arriva...

Voti d'aria

Se i migliori sono i peggiori
di Paolo Di Stefano

Il romanzo migliore del 2016? Ognuno ha sparato il suo. Classifiche, sulla «Lettura» del «Corriere della Sera», sulla «Repubblica» e in Rete. A mio avviso, alcuni dei premiati avrebbero meritato fra il 2 e il 3, ma lasciamo perdere. Per quanto mi riguarda, tra gli italiani segnalerei...