Voti d'aria

Se a volte il genio puzza
di Paolo Di Stefano

Un amico mi ha parlato di un Noto Scrittore Italiano descrivendolo come un tipo molto molto simpatico, ma davvero molto simpatico, brillante, sempre scoppiettante come lo spiedo di Carducci a San Martino con la nebbia agl’irti colli, un fuoco d’artificio di battute salaci, capace di...

Postille filosofiche, home page rubrica

L'ecologia è anche fashion
di Maria Bettetini

Non hai voluto farti pungere dalle api, per forza hai ancora dolore. Hai smesso di prendere i fiori di Bach, non ne vedi le conseguenze? Adesso, a posteriori, queste espressioni mi fanno sorridere. Qualche anno fa mi capitarono doloretti alle articolazioni. Niente di che. Invece...

In fin della fiera

Italiani grandi comici
di Bruno Gambarotta

3 gennaio 1954: nasce la televisione italiana, poche ore al giorno in bianco e nero. Regista di quella prima storica giornata è il giovane Vito Molinari che ora, alla soglia dei 90 anni, rievoca nel libro I miei grandi comici, Gremese editore, i suoi incontri ravvicinati con i...

Voti d'aria

Parole e pietre
di Paolo Di Stefano

Gli ultras delle curve, per esempio quelli coinvolti negli scontri di San Siro nel mese di dicembre, hanno vite quotidiane da brave persone. Poi, il sabato e la domenica, si armano di coltelli e di slogan neonazisti, pronti ad aggredire i tifosi avversari e persino a morire, com’è...

Postille filosofiche

Lezioni di umanità
di Maria Bettetini

Due ore di lezione a una dozzina di manager tra i trenta e i quarant’anni. Non saranno italiani, quindi la lezione sarà in inglese e dovrà trattare del valore degli studi umanistici per chi ha studiato e pratica finanza ed economia. Questo è quanto sapevo a proposito della richiesta...

In fin della fiera

Tempo di Sanremo
di Bruno Gambarotta

Il tempo fugge, l’inesorabile tempo, e nel cielo d’Italia sta per battere ancora una volta l’ora del Festival di Sanremo, che per la verità sarebbe il Festival della Canzone ma, si sa, le canzoni sono l’ultimo pensiero al mondo per gli organizzatori e per gli spettatori. Tanto è vero...

Voti d'aria, home page rubrica

Un #metoo della letteratura?
di Paolo Di Stefano

A proposito di #metoo, varrebbe la pena ricordare non solo lo sfruttamento in ambito di jetset cinematografico, e varrebbe la pena non limitarsi alla molestia sessuale. Un filone sotterraneo è quello dell’«abuso» intellettuale realizzato da uomini (Uomini) di cultura al di sopra di...

Postille filosofiche

I pensatori nel presepe
di Maria Bettetini

Se piangono, sono amati. Adesso va così, piace l’uomo che non nasconde i sentimenti, basta machos ora i social lodano, e le donne amano, l’uomo che lacrima in diretta. Ma che cosa significa questo amore per la sensibilità, per la fragilità? I filosofi hanno parlato di gestione delle...