Tante musiche e una sola Festa per viverle
di Zeno Gabaglio

In Ticino si è specialisti a nascere vecchi, con attitudini e mentalità spesso più antiche rispetto a quelle di chi ci ha messo al mondo. Intendiamoci: non che la novità e la giovinezza a qualunque costo siano valori fondamentali, ma necessario sarebbe almeno darci la possibilità di...

Investire nella buona musica
di Alessandro Zanoli

Come tutti sanno, il mese di giugno nel nostro cantone è quello che registra un aumento esponenziale del PIM (Prodotto Interno Musicale). Qui di seguito, quindi, elenchiamo alcuni degli asset che contribuiscono al fenomeno, sperando che possiate anche voi approfittare dell’ondata...

Trovarmi è facile
di Benedicta Froelich

In tempi in cui la produttività degli artisti musicali appare ben lontana dalla prolificità quasi eccessiva tipica delle carriere giovanili di performer più stagionati, sono stati in molti a stupirsi del fatto che la raffinata band americana dei The National, nota per la cura...

Ascoltiamo la musica, ma bene
di Tommaso Naccari

Internet in questi anni è letteralmente otturato di articoli che discutono sulle possibili volontà e aspirazioni dei millennial. Ragionando tra me e me, invece, mi sono reso conto che l’unica mia vera voglia, paragonabile a quella di una donna incinta, era ascoltare Jay-Z in tram. Un...

Rap, tutta questione di ego
di Tommaso Naccari

L’ego nei pezzi rap è il coefficiente che rende questo genere completamente diverso dagli altri. Alcuni vi diranno che in realtà è quella sorta di parlata che gli americani non hanno paura di definire «poetry», accompagnata dal «rhythm» che aiuta a costruire l’acronimo rap, altri vi...

Il segreto di Alan Parsons
di Benedicta Froelich

Nonostante siano passati oltre quarant’anni dall’epoca d’oro del cosiddetto «progressive rock», all’alba del 2019 sono ancora molti coloro che guardano a questo negletto genere come a qualcosa di irrimediabilmente datato, una vera e propria reliquia dell’era post-hippie. Accade così...

Mostruoso, geniale Berlioz
di Giovanni Gavazzeni

«Bisogna vivere duecento anni per potersi far conoscere in Francia, quando si è compositore!» Constatazione amara di un profeta inascoltato in patria, Hector Berlioz (1803-1869), che dovette attendere la morte per diventare emblema del riscatto gallico dopo il crollo del secondo...

Il punk e poi il folk-rock in dialetto
di Red

Sono già cinque edizioni: il festival che un gruppo di appassionati locarnesi ha fatto nascere quasi per scommessa, conferma la sua vitalità. Ne parliamo con Gabriele Figus, uno degli organizzatori: «Quando abbiamo iniziato, la nostra idea era di creare qualcosa di diverso, di...