Vent’anni, la retrospettiva
di Gianluigi Bellei

Il Migros Museum di Zurigo compie vent’anni. Per l’occasione si è scelto di allestire un’esposizione riassuntiva della collezione dal 1957 a oggi con alcune iniziative collaterali fra le quali la realizzazione di un volume di prossima pubblicazione – scritto in collaborazione con...

Il visionario della natura
di Alessia Brughera

È davvero sorprendente la poliedrica attività di Per Kirkeby, nato a Copenhagen nel 1938 e tra le figure più interessanti del panorama culturale scandinavo. A ripercorrere il suo cammino professionale si rimane difatti sbalorditi dalla molteplicità degli ambiti a cui si è dedicato...

Una traccia dorata sull’acqua
di Marco Horat

Si dice spesso che le montagne più che dividere le popolazioni le uniscano; la stessa cosa vale per i deserti e gli oceani. In terre distanti tra loro molte miglia, separate da mari a prima vista invalicabili, si ritrovano tratti culturali comuni, segno inequivocabile di contatti, di...

Tra arte e fede
di Gianluigi Bellei

Il tema dell’incontro tra arte e fede è molto intrigante. Certo non particolarmente attuale. Per secoli la Chiesa è stata il committente e l’interlocutore degli artisti che ha coccolato, lusingato, mantenuto, diretto. Secoli di magnificenza e di grandezza. Poi, dopo la Rivoluzione...

Voglia di capire il territorio
di Gian Franco Ragno

Dal 2004, Massimo Pacciorini-Job, nel centro di Giubiasco, tiene e dirige una piccola ma gradevole galleria per proposte espositive di fotografi, artisti e scultori locali. Nato e vissuto a Bellinzona, figlio di ferrovieri, negli anni scorsi ha seguito la cronaca per i giornali...

La nobiltà del legno
di Alessia Brughera

Si intitola Legni preziosi la mostra ospitata negli spazi della Pinacoteca Züst di Rancate che raccoglie un nutrito gruppo di opere sacre realizzate tra il XII e il XVIII secolo: Madonne, Crocifissi, busti, polittici, ma anche reliquiari, tabernacoli e altari a sportelli, tutti...

Gesso, pietra, argilla e bronzo
di Gianluigi Bellei

In Svizzera quasi tutti conoscono Alberto Giacometti. Se non altro perché campeggia imponente sulle banconote da cento franchi. Su di lui si è costruito un mito. Quello del vallerano solitario che vive asceticamente tra i sassi della sua Bregaglia, con poche cose, dal carattere...

L’infinito nella luce
di Alessia Brughera

«Sono autodidatta, isolato, interessato soltanto al mio problema, al mio lavoro. Vado avanti sorretto dalla certezza che un giorno mi sarà svelato quel grande mistero che è la pittura. Per ora quello che mi pare importante è dipingere, è non rifiutare di accettare e affrontare con...