Una casa come teatro della memoria
di Gianluigi Bellei

Giorgio Vasari è ricordato soprattutto per le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architetti, ma in realtà era architetto e pittore. La critica si è concentrata quasi esclusivamente sulle Vite che, soprattutto nella seconda edizione Giuntina del 1568, rappresentano la prima...

Sotto la luce del cielo stellato che ci ristora
di Alessandra Matti

Cercare di capire la rivoluzione di Giotto in pittura significa anche avvicinarsi alla figura di Enrico Scrovegni, ricchissimo banchiere padovano, che nel febbraio del 1300 acquista da un nobile decaduto l’area dell’arena romana nella quale, assieme ad altri edifici, c’era una...

Due giganti e il loro rapporto artistico
di Elio Schenini

Così come accaduto ad altre figure eccentriche della storia dell’arte, l’opera del Greco, all’anagrafe Domínikos Theotokópoulos, pittore nato a Creta nel 1541, formatosi a Venezia sotto la guida di Tiziano e poi trasferitosi nel 1576 a Toledo dove trascorse gran parte della sua vita...

L'alchimista dell'arte
di Alessia Brughera

Se la vicenda creativa di un artista, per essere compresa appieno, non può essere scissa da quella personale, questo è ancor più vero parlando di Gianfredo Camesi. «Autentico autodidatta», come lui stesso si definisce, Camesi ha sempre fatto confluire nel proprio lavoro le molteplici...

Il bello del Rinascimento
di Blanche Greco

In un famoso palazzo nel centro di Firenze, c’è un gioiello del Rinascimento che pochi conoscono: La Cappella dei Magi, affrescata più di cinquecento anni fa da Benozzo Gozzoli e ancora oggi di una sontuosa bellezza. Basta varcarne la soglia per avere l’impressione di essere in una...

Vita e dimora eccentriche di Fortuny
di Gianluigi Bellei

Mariano Fortuny y Madrazo è un personaggio, a dir poco, eccentrico. Grande barba ben curata, turbante dai mille colori in testa, casacca a righe con cappuccio, occhi accesi, vividi, sopracciglia folte. D’altronde anche la sua Venezia lo era e lo è ancora. Barocca, sfarzosa,...

«Una grande storia collezionistica familiare»
di Ada Cattaneo

Un periodo difficile da raccontare quello dell’arte italiana fra le due guerre. La concatenazione fra arte e politica è promiscua. L’alternarsi fra tendenze classiciste e avanguardiste procede a ritmo serrato. Non sono isolati i casi di autori che aderiscono prima alle più dirompenti...

L'esserci e l'arte
di Gianluigi Bellei

Chiariamo subito: a Venezia durante il periodo della Biennale le mostre prolificano in modo vergognoso. Potete trovare di tutto. Dai nomi altisonanti all’ultimo imbrattatele. Ci sono artisti che sono presenti in maniera costante ogni due anni e sono nomi di richiamo che attirano i...