Una grafica in mutamento
di Orio Galli

La mia generazione ha vissuto sull’arco della seconda metà del Novecento un incredibile passaggio epocale. Quello dal «duro» (hard) al «morbido» (soft) o, se preferite, dall’analogico al digitale (o numerico che dir si voglia). Tutto ciò dopo che per circa mezzo millennio (caratteri...

Di libri e di biblioteche
di Elio Marinoni

In margine alla recente inaugurazione del Centro culturale «La Filanda», con la nuova sede della Biblioteca cantonale di Mendrisio, propongo di seguito qualche spunto di riflessione sul tema dei libri e delle biblioteche. Bene hanno fatto i responsabili a mantenere l’antica...

Cevoli, il segreto del suo successo
di Enrico Parola

Chi si è affermato tra il grande pubblico come un improbabile assessore romagnolo che dal palco di Zelig parodiava i vizi della politica italiana può affrontare i vertici della cultura e della storia umana, può proporsi in spettacoli seri? La risposta è sì, ovviamente. Il caso più...

La regina dell’editoria
di Paolo Di Stefano

Inge Schönthal era diventata la più Feltrinelli dei Feltrinelli. Aveva conosciuto Giangiacomo, l’editore rivoluzionario e miliardario milanese, una sera di ottobre del 1958 durante un party che si teneva ad Amburgo negli uffici della casa editrice Rowohlt. Lei era una fotoreporter...

Scommettere al femminile
di Laura Marzi

Il festival di scrittrici a Roma inQuiete si svolgerà dal 4 al 7 ottobre, nell’isola pedonale del Pigneto. inQuiete è un progetto della Libreria delle donne Tuba e dell’Associazione MIA, che nasce dal desiderio di dare spazio e visibilità alla scrittura delle donne, che nonostante i...

Guido Ceronetti, un uomo di vita
di Pietro Montorfani

«Finché resta carne, finché c’è un osso ‒ almeno il sacro ‒ c’è fornicazione. Un fratello e una sorella in Cristo non dovrebbero conoscere che ricongiungimenti pneumatici; non fu così. Perché quando Eloisa, vent’anni dopo Abelardo, fu calata accanto a lui nel sepolcro, Abelardo aprì...

Un’ultima ratio già cara agli antichi
di Elio Marinoni

Heu vatum ignarae mentes / «O menti ignare degli indovini» (Virgilio, Eneide IV, 65). Con quest’esclamazione – a cui fa seguito la duplice interrogativa «A che giovano all’insana i voti, a che i templi?» (ibid., 65-66) – Virgilio esprime la propria partecipazione all’azione...

Dal Brasile non solo realismo
di Matteo Campagnoli

Dopo l’edizione dello scorso anno, dedicata all’Aldilà, il festival di letteratura e traduzione Babel (Bellinzona, 13-16 settembre) torna a occuparsi di una nazione, il Brasile. Tra gli ospiti, il professor Roberto Francavilla, scrittore, traduttore e docente di letteratura...