Il velo
di Maria Bettetini

Questi pensierini sugli oggetti amati e usati dalle donne ci accompagneranno per tutta l’estate. Non è, forse non solo, una rubrica di moda: cercheremo di studiare la storia di cappelli, velette, scarpe, borse, gioielli, insomma l’imprescindibile. Conosciamo per primo il velo, che...

Land Art, il paesaggio da soggetto a materia
di Emanuela Burgazzoli

Nell’aprile del 1969 l’umanità è sul punto di scoprire un paesaggio remoto, altro; quello lunare. Il 15 aprile in Germania ARD trasmette in tarda serata un film intitolato Land Art, un progetto sperimentale diretto da Gerry Schum. Il filmato, che voleva essere «una esposizione...

Vivere lontano dalla patria
di Elio Marinoni

Il tema della vita lontano dalla patria compare per la prima volta nella seconda opera, in ordine di tempo, della letteratura europea a noi pervenuta: l’Odissea di Omero. Il suo protagonista (Odisseo/Ulisse) si è allontanato dalla patria, al pari degli altri eroi greci dell’Iliade...

Il successo di un triplo paradosso
di Paolo Di Stefano

Andrea Camilleri è stato un paradosso, per tante ragioni. La prima: lo scrittore si impose al grande pubblico settantenne, con i gialli che hanno al centro il commissario Montalbano (Il ladro di merendine in primis). Antonio Franchini, autore della Cronologia del Meridiano Mondadori,...

Sapere di non sapere
di Eliana Bernasconi

Nel recente La verità degli altri Giancarlo Bosetti ha scelto dieci protagonisti della storia, dall’antichità sino ai nostri giorni, in una galleria che unisce l’imperatore Ashoka Mauryia, vissuto nell’India del III sec. a.c. con Origene, martire della chiesa cattolica nel III sec....

Mentona, storia di una benefattrice
di Natascha Fioretti

Il sipario si alza e si chiude a Berlino. In questa città, in tempi e circostanze diversi, si incrociano i destini di due donne. Sono quelli della scrittrice Eveline Hasler e della ricca ereditiera Mentona Moser. Galeotto fu l’anno 1986, quando il comitato dell’Associazione degli...

In mostra, l’arte nell’arte
di Tommaso Stiano

Matera è conosciuta e riconoscibile, come detto, per il paesaggio edificato a cielo aperto e soprattutto grazie ai numerosi ipogei: le case-grotta, le chiese rupestri con gli affreschi del tardo Medioevo e le cisterne. Quest’anno, grazie alla promozione dell’UE a «Città della cultura...

Chiese rupestri, il culto tra le rocce
di Tommaso Stiano

Nel 1993, assieme ai Sassi, anche il Parco delle Chiese rupestri di Matera – detto anche Parco della Murgia Materana – è entrato a far parte del patrimonio dell’umanità protetto dall’Unesco; questo perché sul territorio del parco dedito alla pastorizia sono disseminati 150 siti...