Viale dei ciliegi
di Letizia Bolzani

Jennifer Castle, Insieme a mezzanotte, Il Castoro. Da 14 anni  Una lettura leggera ma non priva di un’onesta adesione a quel faticoso lavoro di crescere che ogni adolescenza comporta, un romanzo young adults adeguato al periodo perché è ambientato attorno a Capodanno – in una...

I belli o gli impossibili
di Stefano Vassere

Nell’affollata quanto qua e là un po’ leggera e scientificamente malsicura prospettiva degli studi dedicati alla prepotenza dell’inglese sull’italiano, Antonio Zoppetti si segnala da qualche tempo per approcci originali e improntati a una sacrosanta aria di novità. Giusto un anno fa,...

Nel cuore delle parole
di Elena Robert

Le esplorazioni linguistiche cui ci introduce Ottavio Lurati nel suo ultimo libro si arricchiscono di riflessioni e proposte nuove sull’origine di termini ed espressioni del nostro parlar corrente. Con spirito curioso, l’autore procede per sondaggi, distanziandosi dalla toponimia dei...

Viale dei ciliegi
di Letizia Bolzani

Rachel Bright-Jim Field, Un giorno da Koala, Zoolibri. Da 4 anni.  Anno nuovo, vita nuova: questo albo illustrato è un invito a uscire dalla propria «comfort zone» e a percorrere strade nuove. L’incipit – grazie all’ottima traduzione di Zoolibri – suona scherzosamente epico:...

Le peripezie di un inquieto
di Luigi Forte

Come l’uomo Friedrich Glauser sia diventato uno scrittore resta apparentemente un mistero. Le sue disavventure raccontano la storia di un picaro moderno incalzato dall’infelicità e proteso verso l’abisso che si scava con le proprie mani. Morfinomane tentò più volte il suicidio,...

Ma Natale è una bufala?
di Mariarosa Mancuso

Il consumismo sfascia le famiglie, allontana dai valori veri, fa diventare superficiali – ne serviva un altro. Sono arrivate le fake news: minano la civile convivenza, influenzano le libere elezioni, solleticano i peggiori istinti. Prima c’erano i pubblicitari – Persuasori occulti...

Un artista globale
di Gianluigi Bellei

Medardo Rosso è un artista affascinante, inclassificabile, transnazionale, globale. Il suo lavoro è alle origini della scultura moderna, sia nel procedimento sia nell’approccio metodologico. Basti pensare alle performance che teneva nello studio a favore dei visitatori ai quali...

Verità e fotografia
di Stefano Vassere

«L’opera di Robert Capa non è districabile dalla sua vita, la sua capacità di porgere una narrazione non può essere separata da quella di gestire per conto del pubblico il rapporto con la verità. La morte sul campo di battaglia, avvenuta in Vietnam nel 1954, contribuì ad accrescere...