Arrivano da Mosca i giochi del suicidio
di Anna Zafesova

In Russia ormai le «chat della morte» sono state proclamate fuori legge dalla Duma, e mentre nel resto del mondo comincia a propagarsi il panico di genitori, tutori dell’ordine e educatori per il fenomeno delle «balene blu», o Blue Whale, in patria la creazione di gruppi in rete che...

Regno Unito disunito al voto
di Cristina Marconi

Un’inversione a U sgraziata ha portato un brutto cambio di vento e di fortuna per Theresa May, la premier britannica che sperava di andare alle urne per uscirne rafforzata e che ora, a una settimana dal voto, è nel mezzo di una tempesta di polemiche e di un crollo di consensi....

Il dopo Brexit sarà doloroso
di Paolo A. Dossena

La Brexit fu prevista ben prima che si verificasse. Denis MacShane, l’ex ministro britannico per l’Europa di Tony Blair dal 2002 al 2005, è stato l’unico, tra i più ragguardevoli sostenitori del remain, a prevedere correttamente il risultato del referendum del 23 giugno 2016. Lo ha...

Rotta di collisione
di Lucio Caracciolo

Stati Uniti e Germania sono in rotta di collisione. I media si sono molto esercitati in questi mesi sullo scontro a puntate – la più recente al G7 di Taormina – fra Donald Trump e Angela Merkel, personalità che più diverse non si possono immaginare. Al di là dell’incompatibilità di...

Brasile, nuovo massacro dei Senza terra
di Angela Nocioni

Strage di contadini in un latifondo dello Stato amazzonico del Pará, nordest brasiliano. Undici persone sono state uccise e quattordici sono state ferite da agenti della polizia civile e militare in un agguato. Si sarebbe trattato di esecuzioni a freddo. I poliziotti hanno detto di...

Il sacerdote che sfida i narcos
di Giorgio Bernardelli

L’ultima quotazione è un milione di dollari. Tanto – secondo i giornali messicani – i narcos sarebbero disposti a pagare il sicario disposto a toglierlo di mezzo. Tutto per un prete messicano di 72 anni che, a prima vista, non sembrerebbe affatto un capo-popolo. Eppure è stato lo...

Nella carovana della Casa Bianca
di Federico Rampini

Forse Donald Trump dovrebbe viaggiare più spesso all’estero. O magari rimanerci per sempre. Non la pensano così la maggior parte dei cittadini europei, immagino. Però sta di fatto che il suo primo viaggio all’estero è stato un discreto successo. Magari lo è stato perché le...

Una nuova Via della seta?
di Francesca Marino

Doveva essere un trionfo politico-diplomatico per la Cina, che asseriva così la sua aspirazione a sostituire gli Stati Uniti nella leadership globale, ma lo è stato solo a metà. Il forum che si è svolto a Pechino sul molto discusso progetto One Belt, One Road (Obor) che mira a...