Quei rapporti ambigui con gli oligarchi
di Cristina Marconi

Londra piace a tutti i milionari, ma ai russi ancora di più. E la città negli anni si è lasciata fare, tanto da guadagnarsi il soprannome di Londongrad. Ma ora il premier Boris Johnson sta facendo di tutto per sottrarre la megalopoli britannica alla sua immagine – e forse solo a...

Al diavolo la guerra!
di Romina Borla

Una donna e un uomo si baciano. Tra di loro, sul letto, un bimbo ci guarda mentre la coppia mostra due passaporti – uno russo e uno ucraino – e il dito medio. Come a dire: «Al diavolo la guerra! Noi ci amiamo». L’immagine, che circola sui social, racconta dell’insensatezza di un...

Un’alleanza che scricchiola
di Lucio Caracciolo

L’invasione russa dell’Ucraina cambia l’equazione di potenza su scala mondiale. Cambia quindi anche i rapporti di forza all’interno del triangolo Stati Uniti-Cina-Russia. Fino a ieri avevamo una coppia sino-russa strettamente legata, o almeno così appariva e voleva essere percepita....

Dal saluto negato all’abbronzatura di Obama
di Alfredo Venturi

Imbarazzo internazionale a Bruxelles in occasione del vertice fra l’Ue e i Paesi africani. Il protocollo prevede la presentazione degli ospiti alla dirigenza dell’Unione: Ursula von der Leyen per la Commissione, Charles Michel per il Consiglio europeo, il capo dello Stato francese...

Gli interessi europei in Africa
di Marzio Rigonalli

Nelle ultime settimane, grazie a due importanti eventi, l’Africa è tornata al centro degli interessi e delle preoccupazioni dell’Unione europea. Trattasi del ritiro dal Mali delle forze francesi e delle forze di altri paesi europei, nonché del vertice Ue-Ua (Unione africana) tra i...

Lezioni ucraine viste dall’America
di Federico Rampini

Quali lezioni vorrà trarre l’America dalla tragedia ucraina? Ammesso che le nazioni sappiano decifrare gli insegnamenti della storia, «maestra di vita», forse qualcosa riuscirà ad emergere dalle sofferenze di Kiev. Alcune conseguenze devono riguardare in particolar modo gli alleati...

Il prezzo della follia di Putin
di Anna Zafesova

Un giorno gli storici ricostruiranno cosa si è rotto nella testa di Vladimir Putin in quelle poche ore che sono trascorse tra la sua promessa al mondo di ritirare parte delle truppe russe dal confine con l’Ucraina, e affidare alla diplomazia il proseguimento del negoziato strategico...

In vendita il giornale di famiglia?
di Alfio Caruso

Era il 25 giugno 1977. Nell’albergo vicino alla stazione Centrale di Milano si palesò all’ora di pranzo un elegantone con le scarpe dal tacco smisurato, i capelli lunghi fino alle spalle a compensare quelli mancanti sul cranio. Si chiamava Silvio Berlusconi: nella piccola folla...