Sánchez gioca col fuoco
di Gabriele Lurati

Quattro elezioni generali in quattro anni. Il caso spagnolo è decisamente un unicum senza precedenti in Europa, in un Paese che non riesce ad uscire dall’impasse istituzionale creatasi nel 2015 con la fine del bipartitismo. Da allora regna l’instabilità politica, alla quale non ha...

L’ombra dell’impeachment
di Federico Rampini

Dal fatidico martedì 24 settembre è cambiato tutto, la strada verso l’elezione presidenziale americana riparte da zero. Con l’avvio della procedura d’indagine preliminare che può sfociare nell’impeachment, annunciato dalla presidente della Camera Nancy Pelosi, siamo in una fase...

Hong Kong, la spina nel fianco
di Giulia Pompili

Durante l’assemblea delle Nazioni Unite, perfino il presidente americano Donald Trump, dopo settimane di risposte vaghe e prese di posizione diplomatiche, ha detto che Pechino «deve proteggere la libertà e il sistema democratico di Hong Kong». L’anniversario del 1. ottobre, quando...

La morsa si stringe su Guaidò
di Angela Nocioni

Angela NocioniIl cappio della magistratura di regime chavista è pronto per stringersi al collo di Juan Guaidó, il presidente del parlamento venezuelano autoproclamatosi il 23 gennaio scorso presidente ad interim con il proposito di traghettare il Venezuela alle elezioni. Guaidó,...

Grandi sfide per Ursula von der Leyen
di Lucio Caracciolo

Nel prossimo novembre la signora Ursula von der Leyen, già ministro tedesco della Difesa e a lungo considerata possibile delfino della cancelliera Angela Merkel, insedierà la sua nuova Commissione europea. Unica certezza: conterà poco. Le grandi linee strategiche dell’Ue – o la loro...

Un attacco partito da lontano
di Federico Rampini

È una crudele ironia della sorte: proprio nella settimana in cui le Nazioni Unite richiamano l’attenzione sul cambiamento climatico, e gli appelli in difesa dell’ambiente saturano lo spazio dei nostri media, la centralità dell’energia fossile torna in primo piano. Il petrolio...

L’Afghanistan non è un reality
di Federico Rampini

Non andavano più d’accordo su nulla, Donald Trump e il suo superfalco John Bolton. Afghanistan, Iran, Corea del Nord, Venezuela: ovunque Bolton avrebbe voluto un’America «imperiale», aggressiva e determinata, fino all’uso delle armi se necessario. Trump è fedele allo slogan America...

L’abbraccio degli ex nemici
di Alfredo Venturi

Prima di tutto Giuseppe Conte ci tiene a correggere lo stile, prendendo le distanze dagli eccessi verbali di Matteo Salvini: il nostro linguaggio sarà mite, assicura, perché «l’azione non si misura con l’arroganza delle parole». Scrollandosi di dosso la livrea giallo-verde nella...