Un suicidio annunciato
di Gabriele Lurati

Delusione, disincanto e rabbia. Questi tre sentimenti riassumono l’attuale stato d’animo dell’elettorato progressista spagnolo dopo la mancata investitura di Pedro Sánchez come primo ministro. Nonostante svariati appelli e manifesti firmati da intellettuali e artisti, il Partito...

Quando il Regno Disunito?
di Lucio Caracciolo

Boris Johnson non ci annoierà. Il nuovo premier britannico non è solo istrionico e imprevedibile, perenne recitatore di sé stesso. L’ironia della storia vuole che una personalità tanto peculiare assuma la massima responsabilità politica del Regno Unito nel momento in cui la monarchia...

In marcia verso l’autonomia
di Federico Rampini

La Seconda guerra mondiale divenne davvero un conflitto planetario quando il Giappone attaccò gli Stati Uniti a Pearl Harbor, il 7 dicembre 1941, dando al presidente americano Franklin Delano Roosevelt la spinta finale per l’intervento militare diretto. Nella narrazione giapponese...

Un antiamericano alla Casa Bianca
di Christian Rocca

Solo qualche anno fa, con Barack Obama alla Casa Bianca, si diceva che il latente razzismo di una parte della società americana era stato finalmente spazzato via grazie alla straordinaria storia personale del primo presidente nero degli Stati Uniti. Col passare del tempo possiamo...

Una guerra più che una sfida
di Federico Rampini

Ripartono i negoziati commerciali Usa-Cina dopo mesi di stallo, arretramenti, chiusure e minacce reciproche. Una cosa ormai è chiara: la vera posta in gioco non sono gli squilibri import-export, macroscopici ma tutto sommato aggiustabili. La «nuova guerra fredda» è ormai cominciata,...

Sull’Asia bombe diplomatiche Usa
di Francesca Marino

«In Afghanistan noi non stiamo combattendo una guerra, siamo diventati dei poliziotti. Se volessi davvero combattere una guerra in Afghanistan potrei vincere in una settimana. Ho un piano per l’Afghanistan che, se volessi vincere la guerra, cancellerebbe il Paese dalla faccia della...

Cambio della Guardia
di Cristina Marconi

Nel dichiarare guerra ai «profeti di sventura» che non credono che il «malfermo gigante» britannico possa rialzarsi, uscire dall’Unione europea e tornare a suscitare l’ammirazione del mondo intero, il neo-premier Boris Johnson ha voluto segnare un cambio di passo netto con gli anni...

Una sfida a 360 gradi
di Federico Rampini

L’inquinamento che arretra in modo spettacolare. La censura che avanza implacabile, affiancata da forme sempre più sofisticate di bio-mappatura e controllo su noi umani, affidate all’intelligenza artificiale. Un Blade Runner dai cieli azzurri, futuro distopico (e dispotico) ma senza...