Una farsa di democrazia
di Francesca Marino

«La situazione è grave ma non seria», avrebbe commentato lo scrittore e giornalista italiano Ennio Flaiano a proposito degli ultimi sviluppi della politica pakistana. Riassumendo: di recente l’opposizione ha presentato in Parlamento una mozione di sfiducia nei confronti del premier...

Spie russe in agguato in Messico
di Angela Nocioni

I servizi segreti militari russi, il temibile Gru, «hanno più funzionari dell’intelligence dispiegati in Messico che in qualsiasi altro paese del mondo. Da lì lavorano per intervenire nelle decisioni prese dagli Stati Uniti». L’ha detto a un mese esatto dall’invasione russa...

Un nuovo movimento dei non allineati?
di Pietro Veronese

Intervistato dal «Guardian» davanti alla merce esposta nella sua bottega del Cairo, il fruttivendolo Yousef si dice preoccupato dalla guerra in Ucraina. «Se la Russia userà le bombe atomiche», ragiona Yousef, «il clima del pianeta ne risulterà ancora più perturbato». Queste parole,...

Il sogno di un’armata europea
di Alfredo Venturi

Il sogno federalista di un esercito europeo tramontò a Parigi in una calda giornata di fine estate. Era il 30 agosto del 1954 quando l’Assemblea nazionale con 319 voti contro 264 negò la ratifica al trattato che proprio la Francia aveva proposto, e che poco più di due anni prima...

Quell’opportunità che sa di Russia e di Cina
di Paola Peduzzi

Vladimir Putin si è congratulato con il premier ungherese Viktor Orbán e il presidente serbo Aleksandar Vucic che hanno vinto le elezioni nei loro paesi il 3 aprile. Lo stesso giorno in cui le istantanee del massacro di Bucha, alle porte di Kiev, hanno iniziato a fare il giro del...

Putin come Hitler
di Alfio Caruso

Il presidente della Russia, Vladimir Putin, pare ossessionato dal nazismo che sarebbe tollerato da una nazione, l’Ucraina, guidata dall’ebreo Volodymyr Zelensky e in cui il partito che s’ispira a Hitler – Svoboda – nelle elezioni del 2019 ha raccolto circa l’1,5% dei voti (non...

Guerra e religione
di Giorgio Bernardelli

Ha definito «una pazzia» la scelta dei Paesi Nato di aumentare al 2% del Pil la spesa per gli armamenti. Per poi alzare ulteriormente l’asticella, aggiungendo che non solo questo conflitto nel cuore dell’Europa, ma l’idea stessa della guerra dovrebbe essere cancellata dall’agenda del...

Energia, la svolta atlantica dell’Europa
di Federico Rampini

Se tutte le strade portavano a Roma, quasi tutti i gasdotti portano a Mosca. E in futuro? Per riflettere sulle conseguenze della nuova politica energetica europea, abbozzata nel corso dei vertici con Biden a Bruxelles, è bene partire dal significato profondo di un antico proverbio....