Sconfitto Macron
di Marzio Rigonalli

In questo inizio d’estate i francesi sono tornati alle urne per il secondo turno delle elezioni comunali. Il primo turno si era svolto il 15 marzo, quando la crisi del Coronavirus si stava ormai diffondendo ed alla vigilia del confinamento. Questa volta al voto sono stati chiamati...

Taglie russe
di Daniele Raineri

Questo scandalo afghano sembra fatto apposta per fare discutere a oltranza trumpiani e anti trumpiani fino alle elezioni di novembre, fra quattro mesi. Ricapitoliamo il caso: qualcuno passa al «New York Times» una storia dall’Afghanistan di quelle che provocano spaccature...

Dopo Putin ancora Putin
di Anna Zafesova

Vladimir Putin ha ottenuto la sua nuova Costituzione che gli permetterà di governare fino al 2036. Il «voto nazionale» – ufficialmente il Cremlino evita di chiamarlo «referendum», anche perché le regole della consultazione sono state stravolte rispetto alla stessa legge russa, al...

Il Giappone dice no
di Giulia Pompili

Lo chiamano il maverik della politica giapponese. Taro Kono, 57 anni, è l’attuale ministro della Difesa giapponese, nominato a settembre 2019 dal primo ministro Shinzo Abe dopo due anni alla guida degli Esteri. È stato lui, il mese scorso, a presentarsi al Kantei, l’ufficio...

Cancellare il passato
di Federico Rampini

Addio a Teddy Roosevelt, inteso come statua. Nel furore iconoclastico che attraversa gli Stati Uniti, l’ultima statua condannata è quella di un presidente che fu considerato un progressista. Theodore Roosevelt non dà più il benvenuto ai visitatori del Museo di Storia Naturale a New...

Un accordo tutto da verificare
di Francesca Marino

«La relazione tra Talebani, in particolare la Rete Haqqani, e Al Qaeda rimane forte, basata su di una storia di lotte condivise, su affinità ideologiche e pratiche. I Talebani si sono regolarmente consultati con Al Qaeda durante le negoziazioni con gli Stati Uniti e hanno garantito...

Le giravolte di Trump in Venezuela
di Angela Nocioni

Donald Trump ha scaricato Juan Guaidó, il presidente della Assemblea nazionale (il Parlamento venezuelano) autoproclamatosi il 23 gennaio dell’anno scorso presidente ad interim del Venezuela per traghettare il Paese oltre il regime capeggiato da Nicolas Maduro e subito riconosciuto...

L’incantesimo si è rotto?
di Daniele Raineri

La parte più interessante del Grande Flop di Trump a Tulsa è che il presidente ha consumato molto del tempo che aveva a disposizione durante il comizio a rispondere alle accuse di un gruppo di attivisti repubblicani, gente che in teoria dovrebbe tifare per lui e per il...