Libia, la guerra non è finita
di Francesca Mannocchi

Haftar si ritira da Tripoli, Erdogan gioisce, la Russia media e cambia strategia, gli Emirati inviano armi in supporto del generale della Cirenaica e l’Europa sta a guardare. Così si potrebbe riassumere il recente, repentino, radicale, cambio di passo della guerra libica. Se non...

Putin non vuole più attendere
di Anna Zafesova

L’annuncio della fine del lockdown di Mosca è arrivato all’improvviso, poche ore prima: la sera dell’8 giugno Vladimir Putin si è congratulato con i russi per la «vittoria nella lotta» al virus, e si è scoperto che praticamente tutto avrebbe riaperto il giorno dopo, nonostante le...

Tutto questo è già accaduto
di Federico Rampini

«Stop the pain», fermate la sofferenza: è l’appello lanciato da Philonise Floyd, fratello di George, alla Camera dei deputati di Washington. «Io vi chiedo – ha detto ai parlamentari – cosa vale la vita di un nero? Venti dollari?». Il riferimento era alla banconota contraffatta che...

Il lutto di Minneapolis
di Federico Rampini

L’America è nel caos: con ricadute anche sull’economia, la politica, il quadro internazionale. L’impatto delle proteste per le violenze razziste della polizia si aggiunge a quello della pandemia; può alterare il corso della campagna elettorale; e dà un aiuto insperato a Xi Jinping...

Hong Kong la ribelle
di Giulia Pompili

Fino a poco più di un anno fa, nonostante le crescenti pressioni politiche da parte di Pechino, Hong Kong era considerato uno dei posti più sicuri, stimolanti e di successo d’oriente. Non solo per l’ambiente economico che la caratterizza – la regione autonoma ha una sua moneta, la...

La razza incendiaria
di Lucio Caracciolo

La rivolta che sta devastando le città americane dopo l’uccisione di George Floyd da parte della polizia del Minnesota non è questione di ordine pubblico. È riflesso e ulteriore innesco della divisione socio-razziale negli Stati Uniti, raramente tanto disuniti. Accentuata...

La parte del leone
di Daniele Raineri

La Turchia ha appena vinto due guerre e mezzo negli ultimi otto mesi. La cosa può piacere oppure no e ci sono molti critici che potrebbero spiegare con ottime ragioni perché il governo di Erdogan è un pessimo governo. Ma se consideriamo quello che succede sul campo allora c’è poco da...

Trump contro tutti
di Federico Rampini

Donald Trump contro tutti. In piena escalation di ostilità con Xi Jinping per la nuova crisi su Hong Kong che oppone le due superpotenze, il presidente degli Stati Uniti apre un nuovo fronte interno: contro i social media. Questa la chiama la sua battaglia «contro la censura online»....