Scarica le soluzioni:

Allegato  -  143 KByte

Passare il tempo con le consonanti

Giochi di parole - Chi trova la parola più lunga?
/ 08.01.2018
di Ennio Peres

Il grande successo ottenuto dai giochi di parole elettronici ha riacceso l’interesse nei confronti di analoghi passatempi, eseguibili anche senza supporti tecnologici. Tra questi, uno dei più semplici e coinvolgenti, è stato inventato nel 1996 dal fiorentino Michele Comerci, con il nome Consonando

Le sue semplici regole possono essere così esposte. 

■ Ad ogni mano, viene estratta casualmente una prefissata quantità di consonanti (non meno di quattro e non più di otto), non necessariamente tutte diverse tra loro. 

■ Subito dopo, nell’arco di un tempo concordato, ciascun concorrente deve cercare di formare una parola molto lunga, impiegando le consonanti estratte (totalmente o in parte, ma senza ripetizioni), aggiungendo liberamente le vocali necessarie

■ È ammessa qualsiasi parola registrata in un vocabolario della lingua italiana, in tutte le sue potenziali flessioni (non sono validi, invece, i nomi propri).

■ A ciascuna parola valida vengono attribuiti tanti punti quante sono le lettere da cui è composta.

■ Nel caso in cui siano state utilizzate tutte le consonanti estratte, viene aggiunto un bonus uguale al numero di tali consonanti.

Ad esempio, supponendo di avere estratto queste quattro consonanti: GMNN, alcune parole ottenibili potrebbero essere le seguenti (tra parentesi sono indicati i relativi punteggi): 

Ingenuo (7) – Mangiano (8+4 = 12) – Inguainiamo (11+4 = 15).

Da ciascuno dei seguenti gruppi di consonanti, provate a ottenere delle parole molto lunghe, utilizzando le regole esposte; confrontate, poi, i risultati ottenuti con quelli riportati nello spazio delle soluzioni.

1. CRST 2. GNNNR 3. GNNRVZ 4. MNRRTTT.

Questo gioco è sicuramente stimolante e coinvolgente. Per renderlo un po’ più impegnativo, però, ho pensato di metterne a punto una variante (che ho chiamato Consonare), apportando le seguenti modifiche alle regole originarie. 

■ Le consonanti estratte devono essere, tutte diverse tra loro. 

■ Le parole devono contenere tutte le consonanti estratte, con eventuali ripetizioni.

■ Ciascuna parola ottenuta correttamente riceve tanti punti quante sono le lettere da cui è composta, ma non è previsto, alcun bonus (dato che devono essere utilizzate tutte le consonanti estratte...). 

Ad esempio, supponendo di avere sorteggiato queste sei consonanti: CLNRTZ, alcune parole ottenibili potrebbero essere le seguenti:

CONCETTUALIZZARE (16) – CONTRATTUALIZZARE (17) – ELETTROCAUTERIZZAZIONE (22).

Nel rispetto di queste altre regole, provate a cimentarvi anche con i seguenti gruppi di consonanti; confrontate, poi, i risultati ottenuti con quelli riportati nello spazio delle soluzioni.

5. MNST, 6. GLNRT, 7. CLNSTZ, 8. CLMNQRT